Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Guardia Costiera salva centinaia di persone; morti in naufragio a Bodrum

Salvataggi (Guardia Costiera)

NEW YORK – Una nuova tragedia al largo di Bodrum, Turchia, e centinaia di salvataggi in operazioni condotte dalla Guardia Costiera nel Mediterraneo. Almeno 17 migranti hanno perso la vita nel naufragio di un gommone di otto metri. Per lo più siriani, erano partiti dal porto turco di Gumusluk. Con loro sull’imbarcazione di fortuna, altri 20 disperati tratti in salvo dalla guardia costiera nello stesso mare che ha consegnato alla spiaggia turca, esclusiva meta turistica, il corpicino del piccolo Aylan Kurdi, il bimbo di tre anni annegato nel tentativo di raggiungere l’isola greca di Kos. Lo riferisce l’agenzia ufficiale turca, Anadolu.

Secondo le stime dell’agenzia Onu Unchr, nei primi  cinque mesi del 2015 più di 42.000 persone hanno raggiunto la Grecia via mare.

Salvataggi (Guardia Costiera)

Salvataggi (Guardia Costiera)

Sono in tutto 795 i migranti soccorsi oggi nel corso di sette operazioni a largo delle coste libiche, coordinate dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera. In particolare, la nave Bourbon Argos di Medici senza frontiere ha soccorso un gommone con 112 migranti a 25 miglia da Zwuara. La nave Cigala Fulgosi della Marina Militare è andata in aiuto di altre due imbarcazioni, per un totale di “380 migranti soccorsi che saranno trasbordati sul S/V SIEM PILOT di bandiera Norvegese”. La nave Dattilo della Guardia Costiera ha raggiunto un altro gommone con 85 migranti a 45 miglia sempre da Zwuara. Altri tre gommoni sono stati soccorsi dalle navi Dignity One (Medici senza frontiere), Corsi (Guardia Costiera), Enterprice di EUNavfor Med, l’operazione militare lanciata dall’Ue a fine giugno contro gli scafisti nel Mediterraneo.

A questi numeri si aggiungono, secondo quanto riferito da un fotografo AFP, altri 140 migranti salvati sabato pomeriggio dalla fregata tedesca “Werra” in collaborazione con Medici senza frontiere.

Nei giorni scorsi lo IOM aveva stimato in mezzo milione i migranti arrivati dal Mediterraneo in Grecia, Italia, Malta e Spagna; 2748 quelli che hanno perso la vita nelle traversate. Numeri destinati a crescere. (AS, 27 Settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts