Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Obama e Putin brindano con “bollicine” italiane. Rosato delle Marche per tavolo pace Ban Ki moon

Il cin cin di Obama e Putin

NEW YORK – Il presidente americano Barack Obama e il presidente russo Vladimir Putin, seduti vicini, che brindano al tavolo di Ban Ki moon con uno spumante rosato italiano, il Bolla Rosa, delle cantine Luigi Giusti di Montignano nelle Marche. I due leader si guardano per la verita’ in cagnesco, ma il gesto e’ quello del “cin-cin”, complice  le bollicine italiane che ballano nel bicchiere.

Il Bolla Rosa all'ONU

Il Bolla Rosa all’ONU

Scelto per accompagnare l’antipasto del tradizionale lunch per capi di Stato e di Governo offerto dal Segretario Generale nel primo giorno dell’Assemblea, il rosato sparkling e’ stato servito a Ban e agli altri leader intervenuti al pranzo, abbinandolo a un timballino di trota affumicata e cetriolo con emulsione di mango. E’ uno spumante che nasce dal vigneto di Lacrima ubicato proprio di fronte alla cantina di Montignano della superfice di ettari 2,50 dedicato appositamente alla produzione dei rosati della casa.

“Sono molto contento, è una notizia meravigliosa per un piccolo produttore di un paese nelle Marche sapere che il proprio vino è arrivato in un posto così prestigioso come l’Onu”, ha commentato il titolare dell’azienda Giovanni Giusti, colto di sorpresa dall’annuncio.

“Vorrei essere a New York con un super-razzo e vedere i miei tappi che volano alle Nazioni Unite”, ha confessato emozionato ad Onuitalia. Lui, che nella Grande mela è stato più volte di passaggio, la sede dell’organizzazione internazionale l’ha vista solo dalle finestre di un ristorante lì vicino: “La mia Bolla rosa mi ha preceduto, ci è entrata prima di me”.

Putin e la Bolla Rosa (Reuters)

Putin e la Bolla Rosa (Reuters)

Questo risultato “è la dimostrazione che la scelta di lavorare sui rosati, fatta 15 anni fa e in cui nessuno credeva, è una scelta giusta”. “E’ la ricompensa a tutti i sacrifici che facciamo ogni giorno”, ha raccontato Giovanni, descrivendo “le difficoltà di una piccola azienda che vive solo di questa attività” dalla produzione alla commercializzazione: “Non è una scelta di moda, ma di vita e di tradizione familiare”. Dell’attività avviata dal nonno Filippo nel 1930 ed ereditata dal papà Luigi, Giovanni rappresenta la terza generazione, quella che è “riuscita a imbottigliare”.

Ora le sue produzioni vengono esportate e sono “ben posizionate sul mercato francese e californiano, che di vini se ne intendono”. “Fondamentali per riuscire a presentare il nostro vino a New York sono stati Diane ed Andrew Heck della Southport wines: sono importatori veramente innamorati dell’Italia e del nostro territorio marchigiano”, tiene a sottolineare Giusti, evidenziando come la particolarità del prodotto sia legata al terreno: “Nelle Marche abbiamo vitigni autoctoni che sono delle perle, come il Verdicchio e la Lacrima, sui cui è giusto investire perché danno vita a prodotti di qualità, versatili e dal sapore originale”.

La famiglia Giusti

La famiglia Giusti

L’azienda Giusti, dodici persone, compresi la moglie – “è lei il vero capo”, scherza – e i ragazzi che collaborano, è ancora all’opera, nonostante l’ora tarda: “Abbiamo ancora diverse ore di lavoro davanti a noi, siamo completando la lavorazione delle uve e facendo il tavolo di scelta, ma questa notizia mi farà lavorare stanotte a cuor leggero”.

Anche al Palazzo di vetro, dove è ripreso il dibattito dell’Assemblea generale, continuano i lavori: “Spero che la Bolla Rosa si comporti bene, che renda tutti allegri e predisposti a trovare buone soluzioni. Che bagni un accordo bello, di solidarietà, considerando che viene discusso proprio nelle Nazioni Unite, sede della solidarietà”, augurano da Montignano. (AB/AS, 28 settembre 2015).

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. “Cin cin” italiano tra Obama e Putin, soddisfazione Istituto Vini Marche | OnuItalia

Comments are closed.