Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Renzi, dall’Italia arriveranno “caschi blu della cultura”

NEW YORK- L’Italia, che è già il primo fornitore di “caschi blu” tra i paesi occidentali, contribuirà al rafforzamento delle operazioni di peacekeeping dell’Onu anche con dei “caschi blu della cultura”, che nelle zone di guerre o di disastri naturali proteggeranno monumenti, opere d’arte e patrimonio culturale. L’annuncio è stato dato dal premier Matteo Renzi nel corso di una riunione di una cinquantina di capi di stato e di governo che si è tenuta lunedì 28 settembre al Palazzo di vetro, a margine dell’Assemblea generale e su iniziativa degli Stati Uniti.

“Le operazioni di pace dell’Onu sono allo stremo”, ha osservato Barack Obama aprendo i lavori e annunciando l’aumento, per la prima volta in vent’anni, del numero di caschi blu americani. Il capo della Casa Bianca ha sottolineato come oggi siano troppo pochi i paesi che contribuiscono con le loro truppe alle missioni delle Nazioni Unite. L’Onu può contare su 125mila caschi blu in 16 zone calde del mondo con un costo annuo di 8,5 miliardi di dollari, per il 28 per cento a carico degli Stati Uniti. Ma mentre nei primi anni di vita dell’Onu l’Europa e il Canada davano il 40 per cento dei militari, adesso la loro percentuale si è ridotta al 7, e un terzo di tutti i peacekeepers vengono da India e Pakistan.

L’incontro all’Onu è servito a sollecitare nuovi impegni. Il presidente cinese Xi Jinping ha annunciato che Pechino, che ha già molti caschi blu in Sud Sudan, metterà in piedi una forza di rapido intervento di 8mila uomini, mentre ne addestrerà 2mila provenienti da altri paesi. Il britannico David Cameron si è impegnato ad mandare altri 70 caschi blu inglesi in Somalia e 250-300 in Sud Sudan. E l’Italia avrà i suoi “Monuments men”.

Matteo Renzi all'Onu

Matteo Renzi all’Onu

La richiesta di “caschi blu della cultura” è arrivata dall’Unesco. L’iniziativa – ha spiegato Renzi al Palazzo di vetro annunciando anche la messa a disposizione di ulteriori 400 uomini e dei centri speciali di addestramento e formazione dal COESPU di Vicenza alla Base di Brindisi e lo staff college di Torino – è quella di creare delle unità specializzate formate dai Carabinieri del Nucleo per la protezione del patrimonio culturale e artistico. Un campo, questo, in cui l’Italia svolge un ruolo di indiscutibile leadership. La task force, ha aggiunto il premier, avrà sia funzioni operative, che il compito di addestrare personale locale perché diventi in grado di proteggere i monumenti. Un altro compito sarà di consigliare i governi locali. Renzi ha anche chiesto “tolleranza zero” contro il fenomeno degli abusi sessuali che ha di recente coinvolto alcuni gruppi di caschi blu in Africa.

(AZ, 29 settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts