Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Clima: un corso all’UNICRI su reati contro ambiente

TORINO – A pochi mesi della Conferenza internazionale di Parigi sul clima, l’Istituto delle Nazioni Unite per la Ricerca sul Crimine e la Giustizia (UNICRI) lancia un corso specialistico focalizzato sui reati contro l’ambiente e altri temi di grande rilievo quali il cambiamento climatico, lo sviluppo sostenibile e la giustizia climatica.

Investigare e comunicare in modo accurato fatti relativi all’ambiente è più che mai necessario. Le strategie e le azioni attraverso le quali si affrontano oggi le sfide ambientali definiranno la sopravvivenza del genere umano. A fronte della crescita della popolazione mondiale da sette a nove miliardi di persone nei prossimi decenni, temi quali l’inquinamento atmosferico, la gestione delle risorse naturali, il cambiamento climatico, la sicurezza energetica e i crimini contro l’ambiente assumono una centralità assoluta.

Sono questi i presupposti del nuovo corso sui crimini ambientali organizzato dall’Unicri. Il corso, che si terrà dal 21 al 22 gennaio 2016, si rivolge ai giornalisti, a coloro che si occupano di informazione pubblica o che intendono specializzarsi in questo settore e rappresenta una opportunità di dialogo tra professionisti dell’informazione ed esperti mondiali, con l’obiettivo di approfondire temi complessi e interconnessi e promuovere azioni e strategie di prevenzione e contrasto.

Il corso si focalizzerà sui crimini contro l’ambiente, tra questi il traffico illegale delle specie a rischio di estinzione, il contrabbando di sostanze che riducono lo strato di ozono e il traffico illegale di rifiuti tossici. I crimini ambientali, mettono a rischio gli ecosistemi, la biodiversità e le specie, ma al contempo alimentano la corruzione, minano lo stato di diritto e generano profitti per le organizzazioni criminali. Gli autori dei crimini contro l’ambiente non sono riconducibili a un profilo di eco-criminale specifico. Organizzazioni della criminalità transnazionale, bracconieri, persone coinvolte nel trasporto del materiale tossico, grandi multinazionali che vogliono evitare i costi di smaltimento dei rifiuti, questi alcuni tra gli attori coinvolti in questi crimini.

Il corso sarà anche un’opportunità per discutere i risultati della conferenza internazionale di Parigi sul Clima. Il corpo docente del seminario è rappresentato da esperti mondiali delle principali organizzazioni governative e internazionali che operano in questo settore.

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti riconosce l’Unicri come ente preposto alla formazione professionale continua dei giornalisti. La scadenza per le iscrizioni è fissata il 30 novembre 2015. (NS, 30 settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts