Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO, con il padiglione-seme la Malesia parla di consumo responsabile

Il National Day della Malesia a Expo Milano (foto di Daniele Mascolo)

MILANO EXPO – Abiti sontuosi, acconciature elaborate e un tripudio di colori per la parata della Malesia in occasione del National del Paese del Sud-est asiatico a Expo Milano 2015. Al consueto alzabandiera accompagnato dalle note degli inni nazionali, era presente una nutrita delegazione malese guidata dal primo ministro Mohd Najib Tun Abdul Razak, dal ministro del Commercio e Industria internazionale, Mustapa Mohamed e dal ministro del Turismo e della Cultura, Mohamed Nazri bin Sri Abdul Aziz. A rappresentare l’Italia il ministro dell’Ambiente,
della tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, il vicesindaco di Milano e assessore al Bilancio, Francesca Balzani e il Commissario Generale di Expo Milano 2015, Bruno Pasquino. “Il padiglione della Malesia riflette il viaggio del nostro Paese verso la crescita. Puntiamo allo sviluppo sostenibile e favorevole all’ambiente – ha osservato il primo ministro malese. – La struttura è ispirata alle nostre foreste pluviali che racchiudono una vasta biodiversità”.

Il padiglione della Malesia a Expo Milano

Il padiglione della Malesia a Expo Milano

“Sono molto onorato di annunciare che abbiamo raggiunto 2,4 milioni di visitatori e siamo il quarto padiglione più visitato – ha aggiunto il leader della Malesia. – Il nostro obiettivo è quello di dare, entro il 2020, migliori condizioni di vita a tutta la popolazione del Paese”. “Il percorso del padiglione malese ci ricorda come l’equilibrio tra crescita e sostenibilità sia delicato e necessita di continui aggiustamenti per garantire alla popolazione un’elevata qualità di vita – ha sottolineato Gian Luca Galletti. – Siamo convinti che i sei mesi di qualificata presenza della Malesia a Expo Milano 2015 possano risultare preziosi per consolidare i rapporti bilaterali e per sfruttare le occasioni di collaborazione commerciale e di investimento nate anche durante l’Esposizione Universale”. Dopo la cerimonia, la delegazione ha fatto tappa al Padiglione della Malesia per poi spostarsi a Palazzo Italia per visita e pranzo ufficiale.

Il  padiglione della Malesia ha la forma di quattro semi della foresta pluviale, costruiti con il “glulam” (o legno lamellare) un innovativo legno strutturale ricavato da materiale locale sostenibile. La scelta del glulam, in combinazione con la forma strutturalmente complessa del padiglione, nasce dalla volontà di mostrare la capacità di conciliare l’utilizzo di materiali innovativi e il design.  Il progetto architettonico infatti prevede caratteristiche green e sostenibili in linea con il tema della sostenibilità, l’utilizzo e il consumo responsabile delle risorse naturali. Un tour tra le video installazioni del padiglione che ha inizio nel primo seme, dove si esplora la diversità del Paese e prosegue nel secondo, nel quale si possono trovare alimenti naturali e delizie gastronomiche provenienti dalle foreste pluviali.  Nel terzo seme c’è tutto l’impegno per la protezione e salvaguardia delle generazioni future, con l’esibizione di erbe rare con proprietà medicinali. In conclusione, il quarto seme mette in mostra quanto di meglio ha da offrire la Malesia in campo musicale, artistico e culturale. (OI, 3 ottobre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts