Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cameristi della Scala incantano l’Onu. Milano coprotagonista, atteso Ban Ki-moon

L'Orchestra dei Cameristi della Scala all'Onu

NEW YORK – I Cameristi della Scala conquistano l’Onu. Posti a sedere tutti occupati nella sala del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite che ieri sera ha ospitato il concerto dell’orchestra dei Cameristi del celebre teatro di Milano. Standing ovation dei vertici dell’Onu e degli esponenti della comunità italiana presenti all’evento.

programma“Non riesco a pensare a un modo migliore per celebrare il 60simo anniversario dell’Italia nelle Nazioni Unite, che coincide con il 70simo anniversario dell’Onu”, ha dichiarato il rappresentante permanente dell’Italia presso le Nazioni Unite Sebastiano Cardi, spiegando che “Giuseppe Verdi è stata una delle grandi forze di ispirazione dietro la nascita della nazione italiana nel 19 ° secolo. La sua musica cattura lo spirito d’indipendenza italiana, passione, ma anche il nostro forte senso di responsabilità pubblica”.

Francesco Manara (primo violino), Massimo Polidori (primo violoncello), Roberto Nigro e Gianluca Scandola (violino), Elena Faccani (viola), Tatiana Patella (violoncello), Alessandro Serra (contrabbasso), Flavio Alziati (flauto), Guido Ghetti (oboe), Mauro Ferrando (clarinetto), Marion Reinhard (fagotto), Claudio Martini (corno) hanno, infatti, interpretato “Fantasie” sulle opere di Verdi. Pezzi composti nel 19simo secolo dal compositore, da suoi amici o colleghi (grazie alla memoria e riproposizione di altri artisti venivano divulgate le melodie), ma sepolti in librerie di tutto il mondo fino alla loro riscoperta.

DSC_0941

Il rappresentante permanente dell’Italia all’Onu Sebastiano Cardi annuncia i Cameristi

Verdi, di cui il 10 ottobre ricorre l’anniversario della nascita, e la città di Milano – “dove la prossima settimana ospiteremo, in collaborazione con UNDESA, una riunione ministeriale sulla sicurezza alimentare e l’adattamento al clima nelle Sids” –  sono stati coprotagonisti dell’evento. Milano, sede del rinomato Teatro alla Scala, è “quest’anno più che mai al centro della scena internazionale con EXPO, il cui tema Nutrire il pianeta – Energia per la vita è in linea con l’agenda 2030 adottata in questi giorni all’Onu”, ha sottolineato l’ambasciatore, ricordando che il 16 ottobre tra i visitatori dell’Esposizione universale 2015 ci sarà anche Ban Ki-moon. In occasione del World Food Day, il segretario generale dell’Onu, accompagnato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, riceverà la Carta di Milano sui temi legati all’alimentazione e allo sviluppo sostenibile. Per Ban, che il 15 sarà a Montecitorio per festeggiare i 60 anni dell’Italia nell’Onu, è la sedicesima visita in Italia: un “numero importante” che è “un onore” per il Paese, ha dichiarato Cardi.

Presente all’evento anche l’assessore alla Cultura di Milano Filippo del Corno: il 15 ottobre nel capoluogo lombardo 100 sindaci di tutto il mondo firmeranno il “Milan Urban Food Policy Pact” sui temi della sostenibilità e sicurezza alimentare, lotta allo spreco e biodiversità. Il “patto dei sindaci” sarà consegnato il giorno dopo al segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon.

Per dare il via ai festeggiamenti del 60esimo anniversario dell’ingresso dell’Italia all’Onu e celebrare la fine del semestre italiano di presidenza europea, l’8 dicembre 2014 era stata chiamata ad esibirsi al Palazzo di Vetro l’Orchestra del Regio di Torino. (AS, 9 ottobre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts