Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libia: Gentiloni parla con al Siraj; Italia con proposta Nazioni Unite

ROMA – Il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha avuto un colloquio con Faiz al Siraj, indicato come Primo Ministro dall’inviato delle Nazioni Unite per la Libia Bernardino Leon la scorsa notte a conclusione di mesi di  negoziato. Ad al Siraj, il Ministro ha formulato i migliori auguri per un  rapido avvio del Governo di Unità Nazionale.
Nel corso del colloquio, al Siraj ha informato il Ministro Gentiloni che la Camera dei Rappresentanti di Tobruk potrebbe discutere l’accordo e i nominativi del nuovo governo nelle giornate di lunedì e martedì. Gentiloni ha ribadito che l’Italia sostiene la proposta delle Nazioni Unite ed è pronta a fare la sua parte rispondendo positivamente alle richieste del nuovo governo libico, con l’auspicio che esso  possa ottenere presto un via libera sia a Tobruk che a Tripoli. Per la Libia c’e’ uno spiraglio, dunque, ma la strada e’ ancora in salita dopo i primi ostacoli e le prime manifestazioni di protesta in alcune città.
Siraj, 60 anni di Tripoli, membro del Parlamento di Tobruk, è la figura
individuata per guidare il nuovo esecutivo, che ora sarà al vaglio dei due governi rivali che dovranno ratificarlo. Al premier saranno affiancati tre vice: Ahmed Maetiq (Misurata, membro del Gnc di Tripoli), Moussa Kony (Fezzan, indipendente) e Fatj Majbari (Cirenaica). Nella lista anche due donne, l’attivista Amal Hajj e Iman ben Younis.
Il segretario generale dell’Onu Ban Ki moon ha esortato i leader libici a “non sprecare questa opportunità”, mentre il ministro Paolo Gentiloni ha parlato di “un’importante tappa del percorso verso l’auspicabile creazione di un governo di unità nazionale”. Per l’Alto rappresentante Federica Mogherini “non c’è tempo da perdere date le sfide che si trova ad affrontare la Libia”. L’Ue si è poi detta pronta ad “offrire sostegno politico e finanziario – del valore di 100 milioni di euro – al neo governo”.
I governi di Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti hanno ribadito il loto poeto appoggio al testo finale di appoggio uscito dalla mediazione di Bernardino Leon: “E’ un importante successo nello sforzo congiunto di raggiungere un accordo equo e rappresentativo nella transizione della Libia a una democrazia stabile e pacifica”
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts