Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Della Vedova: imprese sociali Ferrero contribuiscono a successo Italia

Il progetto di Ferrero Kinder+Sport a Expo Milano

MILANO EXPO – “Le imprese sociali sono un fattore chiave del successo di un’azienda e di un Paese, di cui contribuiscono alla reputazione”. Ad affermarlo è  il sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova, al convegno “Sviluppo Sostenibile ed Imprese Sociali Ferrero” tenutosi ieri sera a Expo Milano. Secondo Della Vedova le imprese sociali di Ferrero “sono un esempio per tutte le imprese italiane che operano all’estero”, “rappresentano un’efficace partnership tra pubblico e privato” e “buone pratiche per promuovere modelli di sviluppo sostenibili” nei Paesi emergenti.

Benedetto Della Vedova

Benedetto Della Vedova

Oggi le imprese sociali del Gruppo Ferrero sono presenti in India, Sudafrica e Camerun, dove si avvalgono della collaborazione di 3.539 persone, pari al 10,34% del totale della forza lavoro dell’azienda, contribuendo a creare lavoro e sostenere l’economia locale. Secondo il viceministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, è necessario “far cadere quella barriera tra impresa sociale e impresa tout court, non ci deve essere differenza”. Elogiando la lungimiranza di Michele Ferrero,  scomparso lo scorso febbraio, Calenda ha aggiunto che “investire seguendo uno spirito sociale” è fruttuoso in quanto “è giudicato positivamente dai consumatori, oggi sempre più consapevoli e attenti” alle aziende che rispettano l’ambiente e puntano sulle persone”.

Paolo Dieci, presidente di Link 2007, ha osservato che sebbene la nuova legislazione sulla cooperazione per lo sviluppo riconosca il ruolo dei soggetti privati, questi “non sostituiscono le organizzazioni non governative. La cooperazione internazionale e l’internazionalizzazione delle imprese restano e devono restare due campi ben distinti”.   Dieci ha aggiunto che tuttavia “l’impresa privata è necessaria di fronte alle grandi sfide dell’umanità delineate dall’Onu nella nuova Agenda del Millennio 2015-2030, come la crescita della popolazione mondiale, soprattutto nell’Africa subsahariana, dove si calcola che entro il 2050 ci sarà un aumento di 700 milioni di persone, con conseguenti migrazioni di massa”.

Paolo Dieci

Paolo Dieci

A riprendere il concetto di “consumo critico” è stato l’economista Stefano Zamagni che ha osservato come oggi la responsabilità del rispetto di canoni etici nella produzione, “non sia solo da attribuire all’imprenditore ma anche al consumatore”, che considera il “consumare non un’azione tecnica ma di valore, tenendo in considerazione se l’azienda ha commesso o meno violazioni dei diritti umani o dell’ambiente”.

L’ambasciatore Francesco Paolo Fulci, presidente Ferrero S.p.A., ha ricordato che 200mila bambini hanno condiviso in questi mesi a Expo Milano il piacere dello sport all’interno del Padiglione Kinder+Sport di Ferrero, ideato per trasmettere alle nuove generazioni l’importanza dell’attività fisica con il progetto “Joy of moving”. Dopo Expo, parte della struttura tornerà a generare valore in Paesi dell’Africa, ha detto Fulci, non più sotto forma di “palestra” ma di aule didattiche per bambini e ragazzi rifugiati al confine tra Camerun e la Repubblica Centro Africana, e di un’infermeria pediatrica in Sudafrica. (FM, 13 ottobre 2015)

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts