Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO, ministro Lorenzin: Carta Milano apre fase nuova per nutrizione globale

Il ministro Martina consegna la Carta di Milano a Ban Ki Moon lo scorso 16 ottobre (Foto, @maumartina)

MILANO EXPO – “La sfida di Expo è vincere il grande paradosso: una parte del mondo che muore di fame e un’altra che muore perché mangia male”. Lo ha affermato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a margine della conferenza “Nutrire il pianeta, nutrirlo in Salute”, iniziata questa mattina all’Auditorium di Palazzo Italia a Expo 2015. La sfida, secondo Lorenzin, è allora “non solo dare da mangiare ai nostri cittadini, ma farli mangiare in modo sano, in modo tale che possano vivere più a lungo, in modo corretto e allo stesso tempo garantire sostenibilità dei nostri sistemi sanitari e del nostro sistema ambientale”.

Rispetto a questi temi Expo ha avuto un approccio multidisciplinare: sono state messi insieme ambiente, gestione delle risorse dal punto di vista agricolo e salute”. Spesso si è parlato di questi tre settori “in modo separato, ma essi vivono insieme e si intersecano nella scelta delle politiche attive”, ha detto ancora il ministro aggiungendo che “con tantissimi Paesi stiamo firmando memorandum e accordi, che faranno proseguire nel tempo le condizioni e le soluzioni trovate qui a Expo, dove con la Carta di Milano si sta aprendo una nuova fase”.

Beatrice Lorenzin

Beatrice Lorenzin

“Lo scorso anno – ha detto ancora Beatrice Lorenzin – si è tenuto l’incontro mondiale della FAO e all’interno di questo abbiamo sancito le questioni sull’alimentazione nel mondo, quest’anno c’è Expo e nei prossimi anni spero che queste nostre risoluzioni vengano veramente attuate nella vita quotidiana di miliardi di persone”.

La conferenza, che si concluderà domani, chiude la partecipazione del ministero della Salute a Expo dopo oltre cento incontri e workshop sulla sicurezza alimentare e sana nutrizione nello “Spazio donna (Me and We–Women for Expo)” e nello “Spazio scuole” di Padiglione Italia. La “due giorni” prevede sette sessioni di confronto che coinvolgono 20 ministri della Salute e 40 delegazioni provenienti da Paesi di tutto il mondo. Tra i  60 relatori anche Jomo Kwame Sundaram della Direzione generale della FAO e Oleg Chestnov della Direzione generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS). (OIF, 27 ottobre 2015) (OIF, 27 ottobre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts