Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Trilaterale Italia-Algeria-Egitto su Libia: tempo a Leon di chiudere l’accordo

ALGERI, 2 NOVEMBRE –  Un appello perche’ all’inviato del Segretario Generale Bernardino Leon sia dato “tutto il tempo possibile” per condurre in porto l’accordo sulla Libia e’ stato rivolto all’Onu dai ministri degli esteri di Italia, Algeria e Egitto riuniti ad Algeri sulla crisi libica. L’accordo costruito da Leon “non e’ perfetto”, ma e’ un compromesso intelligente, che può essere una base per il futuro”, ha detto il capo della diplomazia italiana Paolo Gentiloni dopo l’incontro a tre con i colleghi Abdelkader Messahel e Sameh Shoukry, il primo più vicino al GNC di Tripoli, il secondo al parlamento di Tobruk.

Leon e’ già stato prorogato e ora scade a fine novembre. Il suo successore Martin Kobler, un tedesco, e’ stato nominato ma la logica dell’Onu e’ che un cambio della guardia adesso sarebbe l’implicito segnale che la bozza di accordo già definita possa tornare al drafting table. I tre ministri si sono detti  ottimisti: basterà ”qualche giorno”. Dopo di che, sulla falsariga dell’accordo Onu, si procederà a lavorare sul futuro delle istituzioni e delle forze armate libiche. Quanto all’Italia,”avrà un ruolo di coordinamento, ma le missioni, le operazioni e le iniziative saranno soltanto quelle che verranno chieste dal governo libico in un quadro di legittimità delle Nazioni Unite”, ha detto Gentiloni.

La riunione, la terza in pochi mesi, era programmata da tempo ma ha assunto un significato particolare perché al parlamento di Tobruk è cominciata la discussione sulla proposta di pace delle Nazioni Unite che, se sarà approvata anche dal Gnc di Tripoli, darà vita a un governo di unità nazionale e sarà il primo passo verso l’uscita dalla crisi.

”E’ normale che quando si arriva alle fasi finali di una possibile intesa dopo una lunga crisi ci possano essere notizie più o meno infondate, manovre o addirittura provocazioni”, ha spiegato Gentiloni riferendosi agli attacchi di Tobruk all’Italia e agli atti di vandalismo nel cimitero italiano di Tripoli. Ieri il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha smentito che tre navi militari italiane abbiano sconfinato in acque libiche come affermato da Tobruk. (AB, 2 novembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts