Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Ban Ki-moon: Prevenire lo sfruttamento dell’ambiente in tempi di guerra

NEW YORK, 6 NOV  – Non solo vittime di guerra, soldati feriti, civili dispersi o città distrutte: le conseguenze di un conflitto si misurano anche in termini di danni ambientali, come acque inquinate, foreste distrutte, coltivazioni bruciate, campi avvelenati, animali uccisi.

Per attirare l’attenzione su queste problematiche il 6 novembre di ogni anno l’Onu celebra la Giornata internazionale per la prevenzione dello sfruttamento dell’ambiente in tempo di guerra e in situazioni di conflitto armato. Secondo il programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, infatti, almeno il 40% dei conflitti interni degli ultimi 60 anni sono legati allo sfruttamento delle risorse naturali, come legno, diamanti, oro e olio, terreni fertili e acqua, producendo effetti negativi sugli ecosistemi.

Questa volta, in occasione del 13mo appuntamento annuale, le Nazioni Unite hanno sottolineato l’importanza di “assicurare che l’azione in materia ambientale sia compresa nella prevenzione dei conflitti, nelle azioni di peacekeeping e peacebuilding – perché non vi può essere una pace duratura se le risorse naturali che danno sostentamento e nutrono l’ecosistema vengono distrutte”.

“Dobbiamo utilizzare tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione, dal dialogo e dalla mediazione alla diplomazia preventiva, per evitare che lo sfruttamento insostenibile delle risorse naturali alimenti e finanzi il conflitto armato e destabilizzi i fragili capisaldi della pace”, ha commentato Segretario Generale Ban Ki-moon.

(OI, 6 novembre 2015)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts