Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Renzi, obiettivo Italia al summit La Valletta è “mettere l’Africa al centro”. Mogherini: “opportunità, non muri”

ROMA, 11 NOVEMBRE – Il governo italiano va al vertice europeo di La Valletta sulle migrazioni con l’obiettivo di “mettere l’Africa al centro della iniziativa europea”. In un articolo pubblicato in prima pagina dal quotidiano cattolico Avvenire, il primo ministro Matteo Renzi ha scritto che “è inutile piangere sulle migliaia di sorelle e fratelli morti nel Mediterraneo, se poi non si ha la forza di reagire”.

Renzi partecipa alla riunione dei 28 Stati membri dell’Ue e di 54 Paesi africani, volta a stimolare la cooperazione contro il traffico di esseri umani e aiutare la migrazione legale verso l’Europa con la creazione di posti di lavoro, rallentando il flusso di migranti e contrastando l’immigrazione illegale. Il primo ministro ha suggerito interventi nei Paesi di origine dei migranti perché “si creino condizioni adatte alla crescita culturale, lavorativa ed economica di ogni potenziale migrante. Perché l’Europa rappresenti una scelta, e non un approdo obbligato, un destino inesorabile”. Renzi ha aggiunto che l’Italia sarà “tra i principali contributori” del Trust Fund da 1,9 miliardi di dollari per affrontare le cause alla radice della migrazione in Africa e che sarà lanciato a La Valletta. Il fondo – che Renzi ha descritto come “lo strumento operativo di una cooperazione innovativa tra Paesi che non vogliono limitarsi a reagire o tamponare il fenomeno migratorio, ma che vogliono accompagnarlo con scelte politiche e non emergenziali” – sarà utilizzato per accrescere la stabilità e contribuire a una migliore gestione dei flussi migratori.

Al summit partecipa anche l’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell’Ue, Federica Mogherini. “La Commissione europea mette a disposizione 1,8 miliardi di euro, un budget che gli Stati Membri sono chiamati ad alimentare con fondi aggiuntivi. Sono soldi veri che saranno iniettati nell’economia reale dell’Africa, contribuendo così a finanziare opportunità di lavoro, soprattutto per i giovani e le donne; ci consentirà di rispondere alle crisi alimentari più urgenti del continente, con un’attenzione particolare agli sfollati che ormai rappresentano una parte importante della popolazione africana. Il fondo sosterrà anche progetti sulla buona governance”, ha spiegato Mogherini in un’intervista esclusiva con Joshua Massarenti della rivista Vita International, sottolineando la necessità di “costruire opportunità, non muri con l’Africa”.

Da parte sua, Renzi ha evidenziato che il due giorni nella capitale maltese dovrebbe essere “la nostra grande occasione. Per l’Italia, per ritagliarsi e ritrovare il proprio ruolo nel Mediterraneo. Ma anche per l’Europa, per ritrovare l’anima persa sotto pile di polverose scartoffie burocratiche”. Oggi il segretario generale dell’Onu Ban Ki moon ha scelto un italiano, Filippo Grandi, alla guida dell’UNHCR: la nomina sara’ in agenda dell’Assemblea Generale la prossima settimana per le formalita’ di ratifica.

Di seguito i link all’articolo di Renzi e all’intervista di Mogherini. (@Onuitalia, 11 novembre 2015)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts