Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

WFP lancia “Share The Meal”: 40 cent per sfamare un bambino al giorno. Mano allo smartphone

ShareTheMeal

NEW YORK, 12 NOVEMBRE 2015 – “Si può cambiare il mondo con soli € 0,40?” Le menti di “Share The Meal” hanno messo a punto una strategia. L’app che hanno realizzato permette a tutti i possessori di smartphone di migliorare la vita di piccoli rifugiati siriani con un semplice click sul cellulare.

L’applicazione consente infatti di fare una donazione minima di 40 centesimi, sufficiente a sfamare un bambino per un giorno. Inoltre, permette di verificare i progressi dell’iniziativa e le zone di distribuzione dei pasti. A consegnarli, il World Food Program, il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite che ogni anno raggiunge in media 80 milioni di persone con assistenza alimentare in circa 80 paesi.

L'app Share The Meal

L’app Share The Meal

“Share the Meal è la prima app del World Food Program per sensibilizzare e raccogliere fondi. Il download è gratuito, ma ovviamente incoraggiamo a donare, dopo aver scaricato l’app gratuitamente. E’ un modo pioneristico di unire gli sforzi per la creazione di un mondo a fame zero”, ha dichiarato il portavoce dell’Onu Stephane Dujarric, lanciando l’iniziativa. “Come è noto, molti dei nostri appelli umanitari, soprattutto in Siria, sono purtroppo sottofinanziati. Il World Food Program è finanziato al 100% su base volontaria, ogni donazione conta”.

“Share The Meal ha il potenziale di rivoluzionare la lotta contro la fame”, ha detto Robert Opp, Direttore dell’Innovation and Change Management del Programma. Il principio che c’è dietro è tutto incentrato sul rapporto tra i possessori di smartphone e i bambini affamati: 20 a 1. Gli ideatori di “Share The Meal” auspicano di ricevere in poche settimane, tra una pausa pranzo e l’altra (ma si può offrire in qualsiasi momento della giornata), tante donazioni da sostenere i pasti dei bambini più bisognosi per un anno.

Nel team di “Share The Meal”, anche l’italiano Massimiliano Costa (Marketing & Operations). L’app è stata testata in una prima fase a giugno in Austria, Svizzera e Germania: 120mila donatori hanno finanziato più di 1,7milioni di pasti per gli alunni di una scuola in Lesotho, Sudafrica.

Clicca di seguito per scaricare “Share The Meal” da App Store, Google Play e Amazon o vedere il video sull’iniziativa.

@annaaserafini

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts