Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

UNICEF, 700 minori richiedenti asilo in Ue 2015, altri 700 morti in mare

NEW YORK, 16 NOVEMBRE – E’ un record il numero dei bambini richiedenti asilo nell’Unione Europea, così come quello dei migranti e rifugiati minorenni. A parlare è l’Unicef, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia che specifica: secondo gli ultimi dati Eurostat da gennaio a settembre 2015, 214mila bambini hanno richiesto asilo ai Paesi Ue. Vale a dire, 700 a giorno. 700 sono anche i minori morti nel 2015 nel tentativo di attraversare il Mediterraneo, in base a quanto riferisce Unicef Italia.

Nel giro di qualche mese è cresciuto anche il numero dei minori rifugiati e migranti che dalla Grecia sono entrati nell’ex Repubblica Jugoslava di Macedonia: 1 bambino ogni 10 rifugiati o migranti a giugno, 1 ogni 3 ad ottobre. Esemplare il caso svedese: UNICEF ha reso noto che il numero dei minori non accompagnati richiedenti asilo (24mila) è ad oggi più del totale registrato lo scorso anno.

“Rifugiati o migranti, tutti i bambini hanno bisogno di protezione. UNICEF è pronta ad accelerare delle partnership con i governi su loro richiesta, mentre reagiamo questa crisi imprevedibile e frenetica”, ha dichiarato Marie-Pierre Poirier, Speciale Coordinatore UNICEF per la crisi dei rifugiati e dei migranti in Europa, chiarendo che delle azioni sono state già portate avanti dalle autorità di diversi Paesi, dall’UNICEF, l’UNHCR, la Croce rossa e altre organizzazioni umanitarie, ma “occorre accelerare con urgenza”.

In vista della Giornata Internazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza il 20 novembre, UNICEF Italia ha presentato la petizione “Indigniamoci!” (si può aderire online), che verrà lanciata ufficialmente venerdì prossimo e a Natale sarà presentata al premier Renzi. L’obiettivo è difendere i diritti dei milioni di bambini rifugiati e migranti alla loro infanzia e adolescenza.

“Dall’inizio del 2014, circa 30 milioni di bambini hanno lasciato le proprie case a causa di guerre, violenza e persecuzioni. Più di 2 milioni di bambini rifugiati hanno trovato riparo in Egitto, Iraq, Giordania, Libano e Turchia. In Iraq, 1,3 milioni di bambini sono sfollati, 2,3 milioni nello Yemen, dove ne sono stati uccisi 573 negli ultimi 6 mesi. In Sud Sudan più di 1 milione di bambini sono sfollati a causa del conflitto. In Nigeria, Camerun, Niger e Chad, 1,4 milioni di bambini sono stati costretti a lasciare il loro paese a causa del gruppo armato di Boko Haram. Questi bimbi, come i nostri figli, hanno diritto a crescere sani, a giocare, ad andare a scuola, ad avere un futuro”, ha dichiarato il presidente di Unicef Italia, Giacomo Guerrera.(@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts