Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Bokova: “Daesh, maestri cattivi su web; prevenire minaccia con formazione”

Bokova

NEW YORK, 18 NOVEMBRE 2015 – “La minaccia dell’estremismo violento deve essere contrastata in tutto il mondo con una cooperazione più solida e azioni mirate” ma “deve essere anche prevenuta, intervenendo sul processo di radicalizzazione che trasforma un giovane in un terrorista”. Dopo gli attentati di Parigi, che allungano la lista degli attachi registrati in tutto il mondo nel 2015, il Direttore generale dell’UNESCO Irina Bokova sottolinea “la necessità di disinnescare il processo di radicalizazione”, guardando all’uso che il Daesh fa di Internet per reclutare giovani (foreign) fighters.

“Gli estremisti violenti sono maestri cattivi dell’era digitale, il Daesh sta portando avanti una campagna globale sui social media per far arrivare la loro causa su ogni computer o cellulare”, ha scritto la Bokova in un articolo pubblicato sull’Huffington Post il 18 Novembre. Il capo dell’agenza Onu per l’educazione, la scienza e la cultura fa riferimento a dati specifici: “Ad oggi, su Twitter ci sono dai 50mila ai 70mila account che sostengono l’ISIS, ciascuno con mille follower in media; dalla seconda metà del 2014, 700 video di alta qualità, in più lingue e con richiami a film importanti, videogiochi e produzioni musicali sono stati messi in rete, con l’obiettivo di raggiungere i giovani”.

L’Onu stima che sono oltre 25mila i foreign fighters (soprattutto maschi, tra i 15 e i 35 anni) richiamati da oltre cento Stati, un numero “cresciuto del 70% tra la seconda metà dell’anno scorso e marzo 2015”.

Per far fronte a questa minaccia, occorre “modernizzare l’istruzione, insegnare ai giovani la storia e la cultura di altre società, oltre alla propria, coltivare il senso di appartenenza all’umanità”, sostiene Bokova, che ha aggiunto: “Internet non è un parco giochi”.

Per leggere l’articolo in inglese, cliccare qui. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts