Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cooperazione italiana completa finanziamento per ricostruzione Striscia di Gaza

RAMALLAH, 20 novembre – E’ stato firmato a Ramallah, in Cisgiordania, dal Console Generale d’Italia Davide La Cecilia e dal Ministro delle Finanze palestinese Shukry Bishara, un memorandum d’intesa volto a regolare l’erogazione di un credito di aiuto di 15 milioni di euro per la ricostruzione della Striscia di Gaza. Al credito è collegata una componente a dono di 1,45 milioni di euro. Il contributo – ha dichiarato La Cecilia, accompagnato dal team dell’Unità Tecnica Locale della Cooperazione italiana diretta da Vincenzo Racalbuto – sarà utilizzato per la riabilitazione e la costruzione di 16 edifici con le tecniche più moderne di gestione dei sistemi energetici ed idrici, nonché per la ricostruzione del famoso Palazzo Italia, distrutto nell’ultimo conflitto. L’intero progetto riabiliterà un’area di circa 80.000 metri quadrati e andrà a beneficio di più di ventimila residenti di Gaza.Palazzo-palestinese-a-Rafah-nel-sud-della-Striscia-di-Gaza[1]

Con questa firma, l’Italia completa l’adempimento degli impegni per la ricostruzione della Striscia di Gaza assunti alla Conferenza del Cairo dell’ottobre 2014, attuati attraverso le Ong e Il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (Undp). Quest’ultima ha appena beneficiato di un contributo di 0,8 milioni di euro a favore del suo programma di rimozione delle macerie. Gli altri interventi effettuati negli ultimi dodici mesi riguardano 3,5 milioni di euro per programmi di emergenza a beneficio della popolazione di Gaza, 1 milione di euro a favore dell’Agenzia Onu per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi (Unrwa) e ulteriori contributi a favore di Ocha, Croce Rossa internazionale, Organizzazione Mondiale della Sanità e Agenzia delle Nazioni Unite per lo Sminamento (Unmas).

(MNT,  20 novembre  2015)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts