Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Pasztor: oltre 120 leader a COP21. Scenario diverso da Copenaghen

Janos Pasztor (UN Photo/Eskinder Debebe)

NEW YORK, 20 NOVEMBRE 2015 – “Gli attacchi a Parigi stanno influenzando i preparativi e le attività previste per COP21”, tuttavia, “i leader mondiali hanno confermato che parteciperanno all’apertura della conferenza il 30 novembre”. Una settimana dopo gli attacchi di Parigi, l’Assistente del Segretario generale dell’Onu sui cambiamenti climatici Janos Pasztor ha assicurato che più di 120 capi di Stato e di governo si incontreranno nella capitale francese per cercare di raggiungere un accordo verde.

Se “è inevitabile che quando i leader si incontrano, si affrontano tutti i problemi importanti”, il cambiamento climatico resterà comunque al centro dell’evento: “I leader stanno dando seguito alle loro parole con i loro piani di viaggio”, ha dichiarato Pasztor, esprimendo “ottimismo” per quel che sarà l’esito della conferenza.

Lo scenario attuale è diverso da quello di Copenaghen: “il settore privato sta capendo e sperimentando che si possono effettivamente fare buoni profitti” facendo scelte più rispettose dell’ambiente, e gli elettori sono consapevoli del fatto che “il cambiamento climatico non è una cosa del futuro, ma già realtà”. E infatti, mentre la marcia per il clima in programma a Parigi è stata annullata (una decisione che “dobbiamo rispettare”), in tutto il mondo si svolgeranno oltre 2mila manifestazioni per esercitare pressioni sui leader affiché trovino un’intesa.

Ma perché la conferenza abbia successo, la totalità dei documenti che fanno l’accordo dovrà inviare un chiaro “segnale al mercato” in tema di (basse) emissioni, “bisognerà dimostrare flessibilità” e sostenere “i paesi con diversa capacità” di produrre i risultati auspicati, l’accordo dovrà essere “basato sulla solidarietà” e dimostrarsi “credibile in termini di obiettivi, attuazione e finanziamenti”. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts