Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

COP21: Papa Francesco, “catastrofico se interessi privati” prevalessero

Il Papa e Ban Ki-moon

NAIROBI, 26 NOVEMBRE – Sarebbe “triste, addirittura catastrofico” se alla Conferenza sul clima di Parigi prevalessero “gli interessi privati sul bene comune”, fino alla “manipolazione delle informazioni per proteggere i propri progetti”. Questo il monito di Papa Francesco al quartier generale dell’Onu di Nairobi  a pochi giorni dall’apertura di COP21. Un “accordo globale e trasformatore” sui tre obiettivi “interdipendenti” di “riduzione dell’impatto dei cambiamenti climatici, lotta contro la povertà e rispetto della dignità umana”, deve essere il risultato della conferenza, ha detto il Papa in un discorso di 26 minuti nella sede dell’UNON dove hanno base i due programmi Onu per l’ambiente, (Unep) e per gli insediamenti umani (Un-Habitat).  La Santa Sede a Parigi sara’ rappresentata dal Segretario di Stato Pietro Parolin.

Un “cambiamento di rotta” sul clima, l’ambiente e il modello di sviluppo del mondo, ha detto il Papa “non è utopia”, è possibile e la generazione degli inizi del XXI secolo potrebbe vincere questa scommessa, anziché essere ricordata, come quella post-industriale, solo per i propri disastri. Papa Francesco ha parlato con la prospettiva di rendere i popoli, gli ultimi e gli sfruttati, protagonisti del proprio futuro e del proprio riscatto. Ha citato, oltre ai suoi discorsi ai movimenti
popolari e alla assemblea generale dell’Onu, l’enciclica “Laudato sii”, che è oggetto di attenzione e riflessione anche in Africa.

A Nairobi Papa Francesco ha incontrato, tra gli altri, i rappresentanti della Comunità di Sant’Egidio, impegnata da anni in diverse città del Kenya. All’incontro erano presenti anche alcune donne, attiviste del Programma Dream, e numerosi bambini nati sani grazie alle cure del Programma che lotta contro l’Aids e ha in cura oltre 11 mila persone in otto centri del Paese. Papa Francesco ha voluto salutare personalmente tutti i bambini. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts