Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Gen. Graziano, soldati italiani in Afghanistan, lavoro importante spesso rischioso

Lambertini, Italia a fianco forze afghane con "Resolute Support"

ROMA, 30 NOVEMBRE – “I soldati italiani sanno fare un lavoro importante, spesso rischioso per nostro Paese e per popolo afgano”: lo ha detto il capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Claudio Graziano, intervenendo con il ministro della Difesa Roberta Pinotti, all’anteprima all’Ara Pacis del film tv “Limbo”‘, ispirato al romanzo di Melania Mazzucco la cui protagonista, interpretata dall’attrice Kasia Smutniak,  è una giovane donna sottufficiale dell’Esercito al comando di un plotone in Afghanistan vittima di un attentato.

Al termine della proiezione Graziano e la Pinotti si sono collegati in video con alcuni dei militari di stanza ad Herat e con il comandante del contingente
italiano, Mauro D’Ubaldi. “Le missioni di pace sono impegnative, talvolta pericolose, e i nostri uomini e le nostre donne svolgono il loro lavoro con il massimo impegno perché sanno che in certe zone occorre dare stabilità e futuro”, ha detto la Pinotti: “Proprio in quei luoghi che in quel momento vivono situazioni talvolta di conflitto, ecco perché è importante che la tv racconti anche questo tipo di storie”.

“Limbo” andrà in onda su Raiuno il 2 dicembre in prima serata diretto da
Lucio Pellegrini e prodotto da Fandango per Rai Fiction. “Un film come questo – ha detto il ministro – è importante perchè è di grande aiuto per avvicinare il pubblico al ruolo che le forze armate svolgono in certe situazioni”.

Pinotti ha quindi ricordato che ci sono momenti difficili in Afghanistan, ma non è rimasto tutto uguale: l’impegno italiano “è stato molto importante e continua ad esserlo”. Attualmente in Afghanistan complessivamente c’è un contingente di circa 800 uomini quasi tutti ad Herat.

Inigo Lambertini in Assemblea Generale

Lambertini in Assemblea Generale

Di questo impegno, in un quadro caratterizzato da forte instabilita’, ha parlato oggi a New York il vice-rappresentante permanente italiano all’ONU Inigo Lambertini: “La violenza da parte di gruppi ribelli ostili il cui scopo e’ di destabilizzare il Paese, e’ peggiorata, così come e’ aumentato il numero delle vittime civili. Mentre l’incertezza per il futuro sta inducendo un crescente numero di migranti e profughi a lasciare l’Afghanistan”.

Parlando in Assemblea Generale, Lambertini ha ricordato che l’Italia e’ attivamente impegnata nel quadro della missione di addestramento a guida Nato “Resolute Support”, particolarmente nell’Afghanistan occidentale: l’obiettivo e’ di “rafforzare la capacita’ delle forze afghane di esercitare il proprio mandato per la sicurezza di tutto il Paese”.

Per il discorso dell’Ambasciatore Lambertini, clicca qui (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Gen. Graziano, soldati italiani in Afghanistan, lavoro importante spesso rischioso | NSM

Comments are closed.