Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

COP21: Bologna e Firenze, atenei italiani a Conferenza sul clima

PARIGI, 2 DICEMBRE – Gli atenei italiani danno il loro contributo alla conferenza sul clima di Parigi. L’Universita’ di Bologna  è coinvolta nel progetto “4/1000: Terreni per la sicurezza alimentare e climatica”, uno dei quattro pilastri attorno ai quali sarà negoziato il risultato finale della conferenza, mentre domani, al centro Congressi di Le Bourget, lo spinoff dell’Università di Firenze Carbon Sink ha organizzato un evento in collaborazione con la onlus Italian Climate  Network sul tema delle compensazioni delle emissioni di gas ad effetto serra,.

Mirko degli Esposti

Mirko degli Esposti

Bologna e’ stata rappresentata a COP21 dal prorettore vicario Mirko Degli Esposti, ordinario di fisica matematica, che ha preso parte ad una serie di eventi legati ai temi del cibo, dell’agricoltura, della sovranità alimentare e del consumo di suolo. Il coinvolgimento dell’Alma Mater parte da un accordo strategico firmato lo scorso settembre con l’Institut National de Recherche Agronomique (INRA) dopo una serie di collaborazioni nel campo della ricerca su agricoltura e innovazione. Lo scorso 25 novembre, poi, nel corso del Global Bioeconomy Summit a Berlino, il presidente di INRA François Houllier ha incontrato il rettore Francesco Ubertini ed è proprio in quell’occasione che si è consolidata la partecipazione di Unibo nei lavori di Parigi.

Il programma “4/1000: Terreni per la sicurezza alimentare e climatica” punta a raggiungere un tasso di crescita annuo del 4 per 1000 dello stoccaggio di carbonio del suolo: un risultato che potrebbe rivelarsi fondamentale per limitare l’aumento di temperatura a livello globale a 1,5 o al massimo 2 gradi centigradi. Un obiettivo, questo, che va perseguito mettendo in capo strategie diverse legate alla rigenerazione del suolo, alla conservazione e sviluppo delle foreste e delle aree verdi, alla trasformazione del sistema agroalimentare verso una produzione più pulita e più efficiente di cibo.

Tutti temi su cui l’Università di Bologna ha molto da dire, grazie a una vasta serie di competenze multidisciplinari che coinvolgono numerosi network scientifici a livello nazionale e internazionale. Dalle attività legate ad Alma Low Carbon, il gruppo di ricerca dedicato alle strategie di riduzione dei gas serra, passando per i numerosi progetti europei attivati e coordinati, l’Alma Mater è uno degli attori più attivi e competenti a livello europeo attorno ai temi dell’ambiente e del clima.

Firenze ha presentato invece “FairCarbon”, la prima piattaforma online italiana per lo scambio di crediti di carbonio volontari certificati, che sarà analizzata  come strumento per introdurre tecnologie e innovazioni volte a ridurre le emissioni di gas serra e in quanto veicolo per accelerare lo sviluppo sostenibile su scala locale e globale.

Andrea Maggiani

Andrea Maggiani

Uno dei progetti collegati a “Fair Carbon” ha portato all’installazione di 5mila cucine ecologiche in Etiopia (dove sono diffuse quelle a legna) e di 16mila  in Mozambico (qui la maggior parte sono a carbone). Gli apparecchi permettono di usare il combustibile in modo da non inquinare e garantire un’aria più pulita. “Ogni progetto – spiega Andrea Maggiani, socio fondatore e amministratore di Carbon Sink Group – rappresenta un’opportunità di investimento etico, in quanto determina un forte impatto sociale, con ricadute sull’economia locale e sulla salute delle persone, e valorizza inoltre il ruolo della cooperazione internazionale italiana”. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts