Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

UNIDO, Ambasciatore Formica: modello italiano distretti e pmi replicato in cooperazione con risultati

L'Ambasciatore Formica interviene alla XVI Conferenza Generale UNIDO

VIENNA, 4 DICEMBRE – Si è conclusa oggi a Vienna la 16esima sessione della Conferenza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO). Al centro dell’evento  il tema dell’industrializzazione sostenibile per una prosperità condivisa. La Conferenza si tiene in un momento significativo per lo sviluppo globale, a poche settimane dall’adozione dell’Agenda 2030 di sviluppo sostenibile e dei relativi 17 Sustainable Development Goals (SDG). In particolare, l’obiettivo numero nove promuove un’industrializzazione inclusiva e sostenibile, in linea con il mandato dell’UNIDO, che ambisce a ritagliarsi un ruolo centrale nell’attuazione dell’Agenda e nel conseguimento di uno sviluppo sostenibile nelle sue tre dimensioni (ambientale, economico e sociale).

Alla conferenza  è intervenuto l’Ambasciatore Filippo Formica, rappresentante permanente italiano presso le Organizzazioni Internazionali a Vienna, che ha osservato come “l’Italia abbia una lunga tradizione di collaborazione con UNIDO, ben testimoniata dai numerosi progetti di assistenza tecnica eseguiti dall’Organizzazione con fondi della cooperazione italiana”.  È una tradizione proficua – ha evidenziato l’Ambasciatore – che continua ancora oggi con più di trenta iniziative in 24 Paesi, dall’Africa sub-sahariana, al Vicino e Medio Oriente, fino al Sudest asiatico.  Ricordando il quotidiano impegno italiano nei confronti dei migranti costretti ad attraversare il Mediterraneo, Formica ha sottolineato la necessità di rafforzare le attività di cooperazione, particolarmente nella sua dimensione di partenariato tra governi, settore privato e società civile, inteso come variabile chiave nella creazione di opportunità di occupazione e di miglioramento delle condizioni di vita nei Paesi d’origine.  Sotto questi aspetti, l’UNIDO, specie nel contesto dell’Agenda 2030, può assumere un ruolo di rilievo nella promozione di uno sviluppo industriale inclusivo e sostenibile nelle sue tre declinazioni economica, sociale ed ambientale. “Il sistema produttivo italiano, basato sui distretti e su piccole e medie imprese fortemente internazionalizzate – ha concluso Formica – rappresenta un modello ideale da esportare, che, grazie anche all’UNIDO, è stato già replicato con successo in molti dei Paesi destinatari della nostra cooperazione”.

La Conferenza aperta lunedì dal presidente della Repubblica austriaca, Heinz Fischer, ha rappresentato il principale organo di deliberazione politica dell’UNIDO. Vi hanno partecipato delegazioni da tutti i Paesi membri. Quest’anno ospite d’onore della Conferenza è stato il premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz che ha tenuto una lectio magistralis sul ruolo dell’industrializzazione sostenibile e dell’innovazione come mezzo per il raggiungimento degli Obiettivi  SDG. (@francesmorandi, 4 dicembre 2015)

The following two tabs change content below.

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l’agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all’Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Francesca Morandi

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l'agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all'Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce. Contact: Website | More Posts