Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Profughi: Elisa Sednaoui e’ nuova testimonial UNHCR Italia

MILANO – L’attrice italiana di origini franco egiziane Elisa Sednaoui e’ la nuova testimonial di UNHCR Italia. Lo ha annunciato lei stessa a Milano nella sua prima uscita pubblica: una performance con cena “Put it under the spot light [Blue]”, organizzata dal braccio italiano delll’agenzia dell’ONU per i rifugiati per coinvolgere aziende e grandi donatori a sostegno di interventi umanitari per i bambini vittime del sanguinoso conflitto in Siria.

“Oggi e’ stato il primo passo ufficiale nel viaggio in cui mi sono imbarcata con l’agenzia dell’ONU per i profughi”, ha poi spiegato Elisa su Instagram: “Il nostro obiettivo e’ cercare di promuovere modi concreti per permetterci di essere più;’ di aiuto davanti a questa crisi di cui siamo testimoni. Ci sono tanti modi semplici di venire in soccorso”.

L’intero valore delle donazioni effettuate dalle aziende e dai singoli che hanno partecipato alla serata andranno per le attività che l’UNHCR realizza nello Spazio Amico dei Bambini del quartiere di Al Midan a Damasco. Qui operatori sociali, educatori e staff qualificato coinvolgono in attività psicopedagogiche, di accompagnamento e sostegno scolastico e ludiche migliaia di piccoli sfollati, prestando particolare attenzione ai più vulnerabili e ai bambini rimasti orfani.

Elisa ha fatto sapere che la sua prima missile sara’ in Libano in febbraio: “Un paese dove profughi per il quinto anno consentivo devono affrontare l’inverno in tende e per la strada”. La Sednaoui ha debuttato come modella, per poi passare al cinema nel 2010 nel ruolo femminile principale di Indigène d’Eurasie (Eastern Drift) del regista lituano Sharunas Bartas, presentato al Forum del Festival di Berlino. Ha avuto poi il ruolo femminile principale in Bus Palladium (2010) di Christopher Thompson, film nominato ai César. Ha partecipato quindi a L’amour dure trois ans (2012) diretto da Frédéric Beigbeder, e a La leggenda di Kaspar Hauser (2012) di Davide Manuli, con Vincent Gallo, Fabrizio Gifuni e Claudia Gerini, film presentato al Festival di Rotterdam.

Nel 2013 ha partecipato a Les Gamins di Anthony Marciano, nonché a Libertador di Alberto Arvelo con Edgar Ramirez, Maria Valverde e Danny Houston, presentato al Festival di Toronto. Nel 2014 ha interpretato il ruolo di Francesca in Soap opera di Alessandro Genovesi, film d’apertura del Festival di Roma. Quest’anno e’ stata la madrina del festival del Cinema di Venezia.
Elisa, che ha sempre voluto lavorare nel sociale, recentemente ha creato la Elisa Sednaoui Foundation (ESF), concepita per promuovere lo sviluppo personale ed educativo dei giovani con minori opportunità. Ha iniziato nelle aree rurali egiziane, incoraggiando la creatività, la tolleranza e i valori democratici, proponendo attività culturali ed extrascolastiche. (@alebal)
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts