Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sudan, da Cooperazione italiana e Ambasciata mano tesa ai disabili

L'Ambasciatore Fabrizio Lobasso con Silvia Bonanomi, rappresentante Paese di OVCI–la Nostra Famiglia durante l'evento a Khartoum a favore dei disabili

KHARTOUM, 6 DICEMBRE – La Cooperazione Italiana insieme all’associazione non governativa italiana OVCI – la Nostra Famiglia, hanno celebrato il 3 dicembre a Khartoum la “Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità”. L’Open Day si è tenuto nella sede di OVCI a Omdurman, alle porte della capitale sudanese. La festa ha coinvolto i bambini e i ragazzi e le rispettive famiglie del centro professionale e fisioterapico gestito da OVCI insieme alla associazione sudanese USADC (Usratuna Sudanese Association For Disabled Children).

Quest’anno, il tema scelto è stato: “Questioni di inclusione: accesso ed empowerment per le persone con tutte le abilità”, puntando alla rimozione delle barriere che impediscono alle persone con disabilità una partecipazione piena nella società. “Con questa iniziativa vogliamo includere le persone abili al mondo di quelle disabili, questo è l’approccio dell’Italia all’inclusione, che qui in Sudan opera per mezzo della Cooperazione Italiana allo Sviluppo” ha precisato l’Ambasciatore italiano a Khartoum, Fabrizio Lobasso, nel suo intervento.

Presenti all'evento numerose donne sudanesi

Presenti all’evento numerose donne sudanesi

Negli interventi dei rappresentanti di USADC, OVCI – la Nostra Famiglia, Ahfad University e delle autorità locali èemerso un grande impegno e la volontà di continuare in un lavoro congiunto. La giornata è proseguita nel colore delle danze musicali, delle esposizioni dei prodotti realizzati nei vari corsi professionali e con visite nei laboratori del centro. OVCI- la Nostra Famiglia è presente in Sudan dal 1999, in supporto ai partner locali USADC e Ahfad University. OVCI e USADC sono impegnate a Khartoum nella gestione di un centro che fornisce assistenza riabilitativa e numerosi corsi di formazione professionale per i bambini e ragazzi fino ai 21 anni. Grazie al progetto “Strengthening the medical – rehabilitative and social services promoted by the Association USADC, for the promotion of a welfare model in Sudan”, finanziato dal Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, OVCI ha visto crescere ampiamente negli ultimi anni le sue attività nella città di Khartoum.

Particolare importanza, quest’anno, è stata data alla sensibilizzazione di molte aziende locali e straniere in Sudan affinchè possano partecipare maggiormente all’inserimento lavorativo delle persone affette da disabilità nelle proprie strutture. Il tema della disabilità verrà ripreso e sostenuto con un evento il 16 dicembre presso “Casa d’Italia”, residenza dell’Ambasciatore italiano, nel quale saranno proiettati alcuni brevi cortometraggi su casi modello di solidarietà cittadina per le persone affette da disabilità. Nella stessa occasione sarà presentato uffcialmente il progetto della Cooperazione Italiana a sostegno delle persone disabili. (@francesmorandi)

The following two tabs change content below.

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l’agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all’Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Francesca Morandi

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l'agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all'Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce. Contact: Website | More Posts