Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Ban Ki-moon su COP21: “Ha vinto il multilateralismo”. Per Earth Day la firma a New York

Il 5-6 maggio “action summit” con governi e associazioni

NEW YORK, 14 Dicembre 2015 – “L’accordo di Parigi è una vittoria per tutti, per il bene comune e per il multilateralismo”. Di rientro da COP21 il segretario generale dell’Onu risponde alle critiche sull’insufficienza dell’accordo contro il cambiamento climatico raggiunto a Parigi da 195 capi di Stato e di governo, sostenendo che i leader hanno fissato “obiettivi ambiziosi” e che “l’intesa prevede forti responsabilità e grande trasparenza”, con verifiche scadenzate ogni cinque anni e vertici di follow-up.

In particolare, il capo dell’Onu ha annunciato che, sebbene l’accordo diventerà effettivo dal 2020, un primo punto è in programma “già nel 2018”. Fissati nei primi mesi del prossimo anno, altri due appuntamenti: il 22 aprile, in occasione della Giornata della Terra, al Palazzo di Vetro si terrà “una cerimonia di alto livello della firma del primo accordo universale sul cambiamento climatico in assoluto”. Mentre il 5 e il 6 maggio il quartiere generale delle Nazioni Unite ospiterà un “action summit” di sviluppo dei temi della Carta, che riunirà leader, governi e associazioni della società civile.

L’accordo di Parigi fissa il tetto per il riscaldamento globale al di sotto dei 2 gradi, “sforzandosi di rimanere entro il +1,5 gradi alla fine del secolo”, ma anche una transizione verso le energie pulite, con un graduale abbandono delle fonti più inquinanti, e lo stanziamento di fondi (100 miliardi di dollari entro il 2020) a sostegno dei Paesi in via di sviluppo. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts