Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Emigrazione: una Fondazione per la Ellis Island italiana

ROMA, 21 DICEMBRE – Una Ellis Island italiana, un luogo dove l’emigrazione italiana potrebbe custodire il racconto del suo tragitto, lungo decenni e accidentato.  A febbraio a Genova ci sarà la firma di un accordo per una fondazione dedicata proprio al fenomeno degli italiani migranti: secondo il ministro dei Beni e della attività culturali Dario Franceschini, ”il percorso di valorizzazione della storia dell’emigrazione italiana partirà dalle esperienze del Museo del mare e delle migrazioni di Genova e del Museo dell’Emigrazione di Roma per arrivare a un modello di gestione, che potrebbe essere quello di una fondazione, dove i diversi livelli istituzionali locali e nazionali potranno collaborare per lo sviluppo di un progetto di grande respiro”.

Dario Franceschini

Dario Franceschini

Franceschini  lo ha annunciato in una audizione al Comitato per le questioni degli italiani all’estero del Senato sul tema del Museo dell’Emigrazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla valorizzazione del reciproco contributo economico, culturale e civile tra la madrepatria e le comunità italiane all’estero.

”Il Comune di Genova – ha proseguito – ha dato la propria disponibilità a un aumento degli spazi espositivi per arrivare a oltre 4.000 metri quadri di percorso, dove in quella che sarà la Ellis Island italiana troveranno posto non solo documenti e fotografie ma anche materiali audiovisivi, didattici e scientifici per dare vita a un museo che sia anche un centro di ricerca capace di mettere in rete le Università e le realtà italiane che si occupano di emigrazione”.

A febbraio, ha concluso il ministro, verrà firmato un primo accordo tra i soggetti che daranno vita alla futura fondazione.

(MNT, 21 dicembre  2015)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts