Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Siria, De Mistura: “Apertura dalle fazioni più dure, colloqui a gennaio a Ginevra”

L'inviato delle Nazioni Unite: aspettiamoci violenza e stallo, ma il negoziato continuerà

Staffan de Mistura

ROMA, 21 DICEMBRE – Non c’è alternativa alla soluzione politica in Siria secondo l’inviato speciale dell’Onu, Staffan de Mistura, che ha rilasciato un’intervista al quotidiano La Stampa.  Definendo la road map per la pace in Siria “un’agenda ambiziosa, forse troppo: governo inclusivo, tregua, costituzione, elezioni entro 18 mesi”, De Mistura prospetta un percorso difficile, dove “ci saranno momenti nel futuro immediato in cui tutto sembrerà di nuovo perso” e “dobbiamo aspettarci gravi atti di violenza per i posizionamenti prima del cessate-il-fuoco”.   Riguardo al futuro del presidente Bashar al-Assad, l’inviato delle Nazioni Unite rimanda alle decisioni dei siriani: “Se abbiamo l’ambizione di arrivare entro 18 mesi a vere elezioni nazionali che includano i rifugiati, supervisionate dall’Onu, quello sarà il momento vero dove si vedrà cosa vogliono”.

“Il segreto è permettere ai siriani di scegliere liberamente, quando l’Onu potrà garantire un risultato vero, rappresentativo del volere di tutta la popolazione”, ha detto ancora Staffan De Mistura, aggiungendo: “Faremo gli inviti per vederci a Ginevra a fine gennaio. La prima prova sarà verificare quante parti verranno davvero, e parlare di cose concrete. Quanto è avvenuto a Riad con le opposizioni aiuta a credere che le fazioni più dure sono pronte a discutere una soluzione politica. Anche il governo lo dice, dobbiamo verificare. La prova sarà fra gennaio e febbraio, quando ci saranno altri appuntamenti che possono avere influenza geopolitica”.  (OI, 21 dicembre 2015)

The following two tabs change content below.

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l’agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all’Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Francesca Morandi

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l'agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all'Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce. Contact: Website | More Posts