Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migrazioni: Grandi, la crisi è globale. Andare alla fonte del probema

ROMA, 4 dicembre – Filippo Grandi si è appena insediato a capo dell’Unhcr per un compito che appare gigantesco e delicato. Il testimone di Alto Commissario dell’Onu per i Rifugiati gli è stato passato a inizio mese da Antonio Guterres. Intervistato oggi da Radio Uno a ‘Le voci del mattino’ ci tiene a precisare subito che la ”crisi è globale”, che nel problema dei rifugiati tutto si tiene, perché altrimenti non vi sarebbero ”60 milioni di persone che nel mondo sono in qualche modo in condizione di sfollati per persecuzioni e conflitti vari”.

refugees[1]Per Grandi ormai la questione centrale è ”affrontare una volta per tutte le crisi che causano questi giganteschi spostamenti di persone, queste fughe di massa”. Del resto quando Grandi era a capo dell’Unrwa – l’agenzia dell’Onu per i rifugiati palestinesi – visitando un campo profughi presso Damasco quasi svuotato dalle bombe aveva dichiarato: ”Siamo noi che dobbiamo raggiungere le persone anziché lasciare che le persone raggiungano noi”.

Emergency-Response-UNHCR-2_1[1]

Dunque ”andare alla fonte” del disagio e della disperazione che costringono alla fuga, anche se spesso non è facile distinguere tra migranti rifugiati e profughi economici. L’esempio dei Rohinga, popolazione musulmana dell’ex Birmania costretti a fuggire da persecuzioni a sfondo etnico, è uno di questi. Un fenomeno simile, afferma Grandi, simile a quello che abbiamo avuto in quest’ultimo anno nel Mediterraneo: rifugiati politici mescolati a profughi economici.

Ma Grandi ci tiene a dire che il fenomeno delle grandi migrazioni non riguarda solo quello che da tempo abbiamo sotto gli occhi noi, nel Mediterraneo. E cita almeno quattro o cinque paesi africani dove lo spostamento di migliaia di persone è all’ordine del giorno e investe molti altri paesi vicini. ”Cosi come – aggiunge – in America Latina, dove altre migliaia di persone fuggono una criminalità sempre più agguerrita e rampante”.

Dunque, è la conclusione di Grandi, o si va all’origine di una crisi che dobbiamo smettere di considerare ”locale”, o perdiamo questa battaglia. I mezzi per combatterla esistono: nel 2015 l’Unhcr ha avuto a disposizione 7 miliardi di dollari, e può contare su 9300 persone che operano in 123 paesi.

Per Grandi, 58 anni, milanese, scelto personalmente da Ban Ki moon a metà novembre tra numerosi candidati di prestigio, il lavoro è appena cominciato.

(MNT,  4 gennaio  2016)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts