Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

L’Italia torna a contribuire al Peacebuilding Fund. Cardi: “Investire in prevenzione”

Sebastiano Cardi

NEW YORK, 14 gennaio 2016 – “L’Italia considera il Peacebuilding Fund come lo strumento principale che sostiene gli sforzi di costruzione della pace, e ha quindi deciso di contribuire nuovamente al Fondo nel 2016”. Il Rappresentante Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite Sebastiano Cardi ha annunciato la rinnovata (dopo qualche anno) partecipazione del Paese al fondo di consolidamento della pace che sostiene più di 200 progetti in 27 paesi fornendo aiuti economici.

L'ambasciatore Sebastiano Cardi

L’ambasciatore Sebastiano Cardi

Il Peacebuilding Fund (PBF), che è gestito per conto del Segretario generale dell’Onu dall’assistente del segretario generale per il consolidamento della pace, si basa sui contributi volontari di Stati membri, organizzazioni e individui.
“Dobbiamo rispondere al bisogno di mobilitare le risorse prevedibili e a lungo termine e di coordinare i vari donatori a sostegno delle strategie di consolidamento della pace”, ha dichiarato Cardi, secondo il quale deve essere contrastata la frammentazione dell’azione Onu: “Il sistema delle Nazioni Unite deve agire unitariamente, assicurando coerenza nelle multidimensionali operazioni di costruzione della pace”.

Il PBF risponde ai bisogni immediati dei paesi che escono da conflitti, quando non ci sono risorse sufficienti disponibili da altri meccanismi di finanziamento. Sostiene interventi di importanza diretta e immediata per il processo di costruzione della pace e contribuisce a colmare lacune critiche nel raggiungimento di questo obiettivo.

In particolare, il Fondo mira a contrastare le minacce imminenti per il processo di pace e le iniziative che supportano gli accordi di pace e dialogo politico; costruire o rafforzare le capacità nazionali per promuovere la convivenza e la risoluzione pacifica dei conflitti; stimolare la rivitalizzazione economica di dividendi della pace; rifondare servizi amministrativi essenziali. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts