Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Intercultura, contro estremismi e paure un corso promosso da Sant’Egidio

Inaugurato ieri all'Università di Perugia il corso per la coesione sociale

PERUGIA, 15 GENNAIO – Il lavoro dei mediatori interculturali è un’antidoto agli speculatori di paure e all’estremismo di ogni genere. Lo ha affermato ieri  il Sottosegretario al ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Miur), Davide Faraone,  durante l’inaugurazione del primo corso di “Alta Formazione per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale” promosso dalla Comunità di Sant’Egidio all’Università di Perugia.  Formerà, per la prima volta a livello nazionale, operatori capaci di svolgere una preziosa attività di mediazione tra i cittadini immigrati, le istituzioni e la società civile. Faraone ha sottolineato l’impegno del ministero per “rafforzare le reti dell’inclusione per contrastare chi specula sulle paure”.  Secondo il Sottosegretario all’Istruzione il corso rappresenta “un modello strategico” da diffondere e su cui investire per creare “anticorpi alla paura”.

Marco Impagliazzo, docente all’Università per Stranieri e presidente della Comunità di Sant’Egidio, ha evidenziato come la presenza in Europa di 35 milioni di stranieri e 50 milioni di residenti di origine straniera, richiede una “ristrutturazione decisiva” delle nostre società e  rappresenta “una sfida da cogliere e da vincere”. “Già viviamo insieme come in un grande condominio con persone di provenienze diverse – ha osservato Impagliazzo – ma occorre ora costruire con solide fondamenta la casa comune”. Gli allievi del Corso per mediatori – ha concluso Impagliazzo – studiano “per costruire ponti di pace e superare quell’esclusione generatrice di molti mali, come, recentemente, gli attentati di Parigi”. (@francesmorandi, 15 gennaio 2016)

The following two tabs change content below.

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l’agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all’Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Francesca Morandi

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l'agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all'Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce. Contact: Website | More Posts