Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

La “piccola ONU di Trastevere” sigla accordo anti-conflitto in Togo

A Budapest la comunità di Sant’Egidio riceve il premio Wallenberg contro il razzismo

ROMA, 21 GENNAIO – Un accordo è stato raggiunto tra il Togo e la Comunità di Sant’Egidio, chiamata la “Piccola ONU di Trastevere”, dal quartiere romano dove ha il suo quartier generale, e soprattutto per il suo impegno nel promuovere la pace e il dialogo interreligioso tra i popoli. L’intesa, annunciata lunedì dal sito della Repubblica africana del Togo, è stata firmata da Roberto Zuccolini, responsabile della Comunità di Sant’Egidio a Lomé, e il capo della diplomazia togolese Robert Dussey, e mira a rinforzare l’azione di prevenzione dei conflitti nella regione meridionale dell’Africa occidentale. Nata a Roma nel 1968, all’indomani del Concilio Vaticano II, la comunità di Sant’Egidio è un movimento di laici al quale partecipano oggi oltre 50mila persone, che lavorano all’evangelizzazione e al sostegno di opere di carità in Italia e in oltre 70 Paesi. La Comunità ha condotto numerose azioni di mediazione politica nel mondo, in Costa d’Avorio, Mozambico, Algeria, Guatemala, Libano e Burundi.

Sempre Lunedì a Budapest è stato conferito il Premio Wallenberg a Péter Szőke, responsabile della Comunità di Sant’Egidio in Ungheria. Il riconoscimento, conferito dall’Associazione Raoul Wallenberg e dal ministero delle Risorse Umane, è assegnato ad associazioni civili, comuni, redazioni, scrittori, personalità e comunità ecclesiali che lavorano per gruppi sociali esclusi, contro i pregiudizi, lottano contro idee razziste. La data della consegna ha voluto ricordare il giorno – 17 gennaio 1945 – in cui si sono perse le tracce di Raoul Wallenberg, diplomatico svedese che a Budapest ha salvato migliaia di ebrei durante la Shoah. A consegnare il premio è stato il Segretario di Stato Bence Rétvári. La cerimonia si è svolta al Centro di Commemorazione dell’Olocausto.

(@francesmorandi, 21 gennaio 2016)

The following two tabs change content below.

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l’agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all’Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Francesca Morandi

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l'agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all'Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce. Contact: Website | More Posts