Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libano: con aiuto UNIDO e Italia nascono tre parchi industriali nella Bekaa

BEIRUT, 30 GENNAIO – Con l’aiuto dell’UNIDO e del governo italiano,  a meno di due mesi dall’accordo con l’agenzia dell’Onu per la creazione  di tre parchi industriali in Libano, il ministero dell’Industria libanese ha annunciato il via effettivo del progetto.

Il ministro dell’Industria Hussein Hajj Hassan ha confermato, in una conferenza stampa alla presenza del primo ministro Tammam Salam, il lancio dello studio preliminare per la trasformazione in zona industriale di quasi 2,4 milioni di metri quadrati di terreni nella Bekaa suddivisi tra Zahlé, lo  Chouf e l’area di Baalbeck. La scelta dei terreni e’ stata effettuata sulla base di una cartografia di densità industriale. Finanziato da un dono di 550 mila dollari del governo italiano e programmato della durata di un anno, questo studio coordinato dall’UNIDO permettera’ di definire uno schema per orientare lo sviluppo delle zone.

“Lo studio aiuterà a ottimizzare la scelta dei tipi di produzione da impiantare e  di stabilire la specializzazione di ciascuna zona”, ha detto al giornale libanese L’Orient-leJour Philippe R. Scholtès, direttore generale del programma all’UNIDO.

“La creazione di queste zone industriali e’ la prima tappa della strategia definita dal Ministero dell’industria libanese e dell’UNIDO nel 2015 per orientare gli sforzi del Libano”, ha detto il rappresentante dell’agenzia ONU nel paese Cristiano Pasini. “Al di la’ della necesssita’ di rafforzare la cooperazione tra Italia e Libano e i suoi partner, il governo italiano ha interesse a aiutare il Libano a rafforzare la sua capacita’ di attrarre investitori stranieri modernizzando la sua industria”, ha spiegato l’ambasciatore italiano Massimo Marotti.

“L’Italia ha gia’ sbloccato una linea di credito da 7 milioni di Euro per il Libano”, ha detto Scholtès. “Lo studio preliminare che sara’ realizzato nel 2016 servira’ a quantificare l’ammontare dei lavori di infrastructure necessarie a convertire i terreni”. Secondo il giornale del Libano si tratterebbe di cifre di decine di milioni di dollari. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts