Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

UNESCO: Caschi blu cultura andranno a scuola a Torino

ROMA, 14 FEBBRAIO – I caschi blu della cultura saranno formati a Torino. La cerimonia che terra’ a battesimo la nuova unita’ di “Monuments Men” dell’ONU si terra’ martedì a Roma, alle Terme di Diocleziano alla presenza alla presenza del Direttore generale dell’UNESCO, Irina Bokova, dei ministri dei Beni Culturali Dario Franceschini, degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni, della Difesa, Roberta Pinotti,  dell’Istruzione,  Stefania Giannini e il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette.

Ci sara’ anche il sindaco di Torino Piero Fassino che a margine della cerimonia firmera’ un accordo internazionale per l’istituzione del centro di formazione nel capoluogo piemontese. Torino già ospita lo Staff College delle Nazioni Unite.  La nuova struttura si chiamerà ITRECH (International Training and Research Center of Economies
of Culture and World Heritage).  Insieme alla Città e ai Ministeri, l’ITRECH avrà come soci
fondatori anche l’Università degli Studi, il Politecnico, l’ILO/OIT, il Consorzio Venaria Reale e il Centro Studi Santagata che da tempo collabora con Unesco. L’ITRECH fara’ base al Campus delle Nazioni Unite, sulle rive del Po, che già ospita il Centro Internazionale di Formazione
dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, lo Staff College e l’Unicri, l’agenzia ONU per la lotta alla criminalità.

“La nascita del Centro Unesco – ha detto il sindaco Fassino – è un autorevole riconoscimento al forte profilo di città di cultura che Torino è venuta assumendo in questi anni, peraltro già sottolineato dal conferimento alle Residenze Sabaude del titolo di Patrimonio Unesco e dal titolo di Città del Design conferito dall’Unesco”.

La task force a difesa del patrimonio culturale si chiamerà “Unite for Heritage” ed e’ nata su input italiano. Inizialmente ne faranno parte circa trenta carabinieri specializzati e altri trenta tra storici dell’arte, studiosi, restauratori dell’Istituto Centrale del Restauro e dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze. In futuro ne faranno parte anche professori universitari che hanno offerto la loro disponibilità.

“Unite For Heritage” non entrerà in azione sui fronti di guerra, poiché la gestione dei conflitti non rientra in un’operazione di questo tipo: i Caschi Blu della cultura non verranno schierati, per esempio, per difendere Palmira dalle distruzioni dell’Isis. Interverranno invece, su specifica richiesta dell’Onu, in situazioni di gravi crisi civili (per esempio un terremoto come quello del Nepal, per affrontare emergenze legate al Patrimonio) oppure per verificare i danni legati a un conflitto, ma solo dopo la sua conclusione o in seguito al ritiro delle truppe (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Arte e terrorismo/ Dall'Italia una speranza - Uni Info News

Comments are closed.