Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Laurea ad honorem Università per Stranieri Perugia alla Bokova

Bokova

PERUGIA, 15 FEBBRAIO – Laurea honoris causa alla Direttrice Generale dell’UNESCO Irina Bokova: lotta contro la radicalizzazione, l’intolleranza e l’ignoranza sono stati i punti sottolineati dalla responsabile dell’agenzia dell’Onu per la cultura nella “lectio doctoralis” tenuta all’Università per Stranieri di Perugia dove ha ricevuto il diploma ad honorem in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo Sviluppo.

Le armi da utilizzare sono “l’istruzione, la cultura, la conoscenza e l’informazione, al centro del mandato Unesco”, perché, secondo Bokova (da qualche giorno candidata della Bulgaria a segretario generale dell’Onu) “mai nella storia recente la cultura è divenuta a tal punto bersaglio e oggetto di sistematica distruzione, come accade oggi in Medio Oriente”.

La cerimonia di conferimento della laurea si è svolta nell’aula magna di Palazzo Gallenga alla presenza del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, e della presidente della Regione Catiuscia Marini. Il ministro ha definito Irina Bokova “amica in casa di amici”. “Il mondo ci chiede di aumentare la qualità della cooperazione internazionale – ha detto ancora la Giannini – ed è questo il motivo per cui sono nate l’Università per Stranieri, che insegna e promuove l’identità italiana nel mondo, e l’Unesco, che è l’attore globale delle relazioni internazionali”.

Domani la Bokova sara’ a Roma per tenere a battesimo la task force italiana di caschi blu della cultura. L’accordo tra Unesco e Italia a questo scopo è “una tappa importante e innovativa nello sforzo che portiamo avanti per il riconoscimento dell’importanza del patrimonio culturale nel consolidamento dell’identità, nella coesione sociale e nel rafforzamento delle capacità di resistenza in periodo di crisi”, ha detto la responsabile dell’UNESCO auspicando
che le azioni di protezione culturale siano “incluse nelle azioni umanitarie e di pace”.

L’accordo prevede che l’Unesco possa chiedere al governo italiano di far intervenire degli esperti della task force, composta da studiosi e da membri dell’Arma dei Carabinieri per la tutela del patrimonio artistico, per intervenire su beni culturali in aree in stato di crisi. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts