Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Gentiloni riceve collega libanese Bassil. Siria, Unifil e aiuti italiani tra i temi

ROMA, 17 febbraio – Incontro a Roma tra il ministro degli Esteri  Paolo Gentiloni e il suo omologo libanese Gebran Bassil con il quale si è parlato del peso che la crisi siriana ha sullo sviluppo del Libano – con oltre un milione e mezzo di rifugiati siriani, pari a circa il 25% della popolazione libanese –   e del contributo italiano fornito nel quadro della Pledging Conference di Londra con il pledge pluriennale di 400 milioni di dollari, di cui il Libano è uno dei principali beneficiari.

8518427574_cb07d2b7dd_o[1]Gentiloni ha auspicato una rapida realizzazione degli impegni assunti dai partecipanti alla Conferenza, e un’azione incisiva da parte del Governo libanese per affrontare le sfide alla sicurezza e alla stabilizzazione socio-economica del Paese.

Nel corso del colloquio Gentiloni ha chiesto valutazioni aggiornate sulle prospettive di superamento dell’impasse presidenziale, e ha confermato la disponibilità italiana a favorire gli sforzi delle parti politiche libanesi a raggiungere un’intesa.”Il Libano è un Paese prioritario nella regione, il contesto attuale rende sempre più prioritario superare lo stallo istituzionale del paese”.

Il Ministro Bassil ha espresso il forte apprezzamento del Libano per il ruolo che l’Italia esercita in seno a UNIFIL con la figura del generale Luciano Portolano quale Capo della missione.

(MNT,  17 febbraio  2016)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts