Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Mali: gli italiani insegnano a utilizzare nuovo blindato Bastion

GAO, 23 febbraio – Un corso per  l’utilizzo del nuovo blindato Bastion, richiesto dallo Stato Maggiore del Mali,  viene condotto in questi giorni da militari italiani presso il Centre d’Instruction Multifunctionnel della 3^ Regione Militare di Kati.

I militari italiani, del Reggimento Savoia Cavalleria di Grosseto e del 31° Reggimento carri di Lecce, del team multinazionale, sono impegnati già da due settimane nell’addestramento del personale appartenente al 134/o squadrone  di stanza in GAO, nell’area nord del paese.

b6979335-3223-4064-823d-8a328e70477e04%20feb%20121%20modMedium[1]I moduli del corso affrontati finora, oltre agli elementi basilari dell’unità di Cavalleria, sono stati le modalità di condotta per l’esplorazione, il contrasto alla minaccia degli ordigni esplosivi improvvisati (C-IED), rischio presente in particolare nell’area del Sahel, nonché la condotta di scorte convogli a favore di personale civile e militare, attività quest’ultima esercitata nell’area desertica lungo il fiume Niger. Il corso specifico sul veicolo di nuova acquisizione, “Bastion”, è stato richiesto dallo Stato Maggiore Maliano per il proprio personale, che in questo momento è impegnato nel contrasto al terrorismo presente in quell’area ed in futuro potrebbe significativamente contribuire al lavoro dei caschi blu dell’ONU della missione MINUSMA, nel Nord del paese.

Il personale italiano si alterna sin dal 2013 nell’operazione EUTM – Mali” (European Union Training Mission – MALI), il cui obiettivo è finalizzato all’addestramento del personale maliano, di tutte le Armi e specialità, per concorrere nella formazione di istituzioni credibili e stabili.  Solo dall’anno scorso ad oggi sono state addestrate dai militari italiani circa 400 unità maliane.

(MNT,  23  febbraio  2016)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts