Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

UNDP ha 50 anni: sottosegretario Amendola guida delegazione italiana

NEW YORK, 24 FEBBRAIO – Cinquanta anni fa una persona su tre nel mondo viveva in poverta’: inn questo contesto nel 1966 venne creato l’UNDP, il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo. L’agenzia Onu  che per mezzo secolo è stata in prima linea nelle campagne per sradicare miseria, fame e malattie, creare posti di lavoro e mezzi di sussistenza, l’autonomia delle donne, nel sostenere la ripresa da disastri, proteggere l’ambiente festeggia oggi il suo primo mezzo secolo di vita.

Il sottosegretario agli Esteri Enzo Amendola e’ arrivato a New York per guidare la delegazione italiana a un Forum Ministeriale in programma al Palazzo di Vetro e dimostrare la partnership di lunga data che lega l’Italia e all’agenzia dell’ONU. Per celebrare l’anniversario, più di 80 leader di tutto il mondo si sono dati appuntamento nell’aula dell’Assemblea Generale: obiettivo del Forum e’ tracciare una rotta per il futuro dello sviluppo globale.

L’agenda si impernia su come tradurre ambiziosi impegni globali – dal finanziamento dello sviluppo, l’eliminazione della povertà, riduzione delle disuguaglianze, la lotta al cambiamento climatico e la costruzione della pace – in azione e risultati concreti. L’incontro di oggi si svolge in uno snodo cruciale per l’evoluzione dello sviluppo. Anche l’UNDP è  in continua evoluzione, ed è importante capire come gli stati membri vogliono collaborare con l’agenzia per conciliare gli obiettivi di sviluppo sostenibile con ipropri obiettivi di sviluppo nazionali.

“UNDP inizia la sua seconda meta’ di secolo  con un numero delle persone che vivono in condizione di povertà diminuiti a circa uno su otto. Siamo orgogliosi di aver lavorato con molti partner impegnati a sradicare la povertà “, ha detto l’amministratore programma Helen Clark attribuendo gran parte del successo al lavoro dei un personale straordinariamente dedicato e delle migliaia di organizzazioni impegnate in tutto il mondo nel settore dello sviluppo. La Clark si e’ detta orgogliosa di guidare un’organizzazione che ha trasformato tante vite per il meglio, offrendo loro possibilità, la speranza e la dignità .

L’Italia è stata in prima linea di questa partnership. Oltre a contribuire alle spese ordinarie del Programma, decine di cittadini italiani lavorano nei quadri di UNDP: tra gli altri, Roberto Valent, rappresentante speciale per il popolo palestinese, Enrico Gavaglia, rappresentante in Cambogia, Stefano Pettinato, rappresentante in El Salvador e Belize, Alessandra Bassi nella sede di New York e Alessandra Roccasalvo, numero due a Pristina. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts