Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Spazio: Amb. Formica, 2015 anno storico per Italia

Il diplomatico loda l’UNOOSA, diretto da Simonetta Di Pippo, e l'astronauta Cristoforetti, "aerospazio può trainare economia"

Simonetta Di Pippo ((UNOOSA), Samantha Cristoforetti e l'Ambasciatore Filippo Formica

VIENNA, 25 FEBBRAIO – “Il 2015 è stato un anno storico per il contributo dato all’Italia all’esplorazione spaziale”. Lo ha detto l’Ambasciatore Filippo Formica, Rappresentante permanente italiano presso le organizzazioni internazionali a Vienna, nel suo intervento durante la 53ma Sessione del Sottocomitato Tecnico-Scientifico del COPUOS che si è aperta nella capitale austriaca il 15 febbraio e si chiuderà domani.

“La missione “Futura” dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) a bordo della Iss è stata un grande successo. Samantha Cristoforetti, prima italiana ad andare in orbita, ha messo a segno un record per il tempo trascorso nello spazio da un’astronauta donna, con 200 giorni consecutivi passati sulla Stazione orbitale”, ha sottolineato l‘Ambasciatore che si è soffermato anche sugli sviluppi della cooperazione internazionale promossi dall’Ufficio delle Nazioni Unite per lo Spazio extra-atmosferico (UNOOSA), diretto dall’astrofisica italiana Simonetta Di Pippo.

“Voglio congratularmi con l’UNOOSA per aver lanciato un’iniziativa tanto tempestiva quanto pertinente inerente ai Forum di alto livello dedicati allo ‘Spazio come motore di sviluppo socioeconomico sostenibile’ – ha proseguito Filippo Formica -. Auspichiamo che questi forum possano diventare una piattaforma importante per la comunità internazionale dello spazio affinché possa ulteriormente esplorare qualsiasi possibilità del contributo che la scienza e la tecnologia delle spazio possono dare allo sviluppo globale. Allo stesso tempo, vediamo nei Forum una opportunità per creare nuove partneship e aggiungere nuove cornici di cooperazione internazionale”.

“L’Europa e l’Italia stanno entrando in una nuova stagione che riguarda i maggiori progressi nel settore del lancio spaziale. – ha detto ancora il Rappresentante permanente italiano presso le organizzazioni internazionali a Vienna -. Stiamo lavorando a una nuova generazione di veicoli di lancio di dimensione media, i VECA C, il cui motore P120 sarà realizzato in Italia per essere poi destinato a diventare il motore standard di tutti i veicoli di lancio europei, incluso l’Ariane. Riteniamo che le significative risorse che stiamo investendo nell’industria spaziale siano un inestimabile investimento di capitale nell’innovazione tecnologica che potrebbe rappresentare una forza motrice per la nostra economia nazionale. Stiamo infatti parlando di una delle maggiori industrie di aerospazio nel mondo, che vale ben olre 16 miliardi di euro all’anno, e consiste in svariate centinaia di compagnie high-tecn e cluster regionali nella nostra penisola. Si tratta di uno dei settori oggi più competitivi e dinamici dell’economia italiana che registra un giro d’affari di 1.6 miliardi di euro, e l’occupazipone di 55mila persone, dove l’export rappresenta il 70% del fatturato, con quote crescenti al di fuori dell’UE”. (@francesmorandi, 25 febbraio 2016)

The following two tabs change content below.

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l’agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all’Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Francesca Morandi

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l'agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all'Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce. Contact: Website | More Posts