Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Las Vegas scommette su #PizzaUnesco con 30mila firme. Lunedì a Parigi si punta al milione

NEW YORK, 10 Marzo 2016 – Anche da Las Vegas arrivano “puntate” sull’arte dei pizzaioli napoletani: 30mila firme, infatti, sono state raccolte all’International Pizza Expo della Sin City nell’ambito di #PizzaUnesco, la petizione a sostegno della corsa dell’unica candidatura italiana (per il 2017) alla Lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’UNESCO.

“La settimana scorsa temevo che proprio da Las Vegas arrivasse il furto alla pizza napoletana, con il sostegno alla pizza New York style”. Ma l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, Molino Caputo e i pizzaioli campioni mondiali Davide Civitiello, Vincenzo Capuano, Teresa Iorio e Valentino Libro che partecipano alla Competizione internazionale in Nevada sono riusciti a collezionare le prime (migliaia) firme USA.

Queste si aggiungono alle 600mila consegnate a dicembre da Alfonso Pecoraro Scanio, promotore della campagna, a Irina Bokova, direttrice UNESCO, a sua volta candidata alla Segreteria Generale dell’Onu per il post-Ban. Non solo: 150mila firme sono arrivate dall’Aisa dal Giappone, dalla Corea, dal Taiwan, dalle Filippine e dalla Cina grazie al team di Salvatore Cuomo, ambasciatore e pioniere della pizza napoletana in Asia. Rosso Pomodoro ne ha collezionate altre 100mila, mentre altre 50mila vengono dal Sudamerica. Per un totale di 900mila adesioni.

Ma la sfida è ancora aperta e gli organizzatori mirano a toccare quota un milione. Entro lunedì 14 marzo. L’occasione è duplice. Alle 12 il raggiungimento del primo milione di firme verrà  (auspicabilmente) annunciato in occasione di “Parizza – Championnat de France de Pizza”. Poi, dalle 18:30 alla sede parigina di UNESCO si terrà un incontro su “L’arte della pizza napoletana: storia e tradizione di una passione”.

E sarà proprio questo simbolo dell’identità italiana il protagonista tutto da gustare dell’evento al quale parteciperanno l’ambasciatore Vincenza Lomonaco, rappresentante permanente d’Italia presso l’Unesco, il presidente della fondazione UniVerde, già ministro dell’Ambiente e dell’agricoltura italiano, Alfonso Pecoraro Scanio, il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, il presidente dell’APN, Sergio Miccù, e l’ambasciatore Cuomo. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Oltre Un Milione Di Fan Per #PizzaUnesco: Presentate Le Firme Alla Sede Parigina Di UNESCO | OnuItalia

Comments are closed.