Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Valorizzazione della donna e sviluppo sostenibile: lunedì il via a #CSW60

Bonino e Della Vedova guideranno la delegazione italiana alla riunione di alto livello. Italia organizzatrice di nove eventi

NEW YORK, 11 MARZO 2016 – Dieci giorni. Oltre 1.000 organizzazioni non governative e 8.100 rappresentanti. 450 eventi organizzati da ong, altri 200 da entità delle Nazioni Unite e Stati membri. Questi sono i numeri della 60a sessione della Commissione per la Condizione Femminile (CSW60), il più grande forum per Stati membri e parti interessate sull’avanzamento delle donne. Il tema della riunione ad alto livello del 14-24 marzo sarà infatti “L’empowerment delle donne e i suoi legami con lo sviluppo sostenibile”. Una delegazione italiana parteciperà ai lavori: sarà guidata dall’inviato speciale per la CSW60 Emma Bonino e il Sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova.

CSW60#CSW60. “Il raduno di così tanti partner chiave per l’attuazione dell’Agenda 2030 rende questo evento  un’occasione fondamentale per unire le nostre forze e allinearci in modo deciso sui temi centrali per l’azione”, ha detto Phumzile Mlambo-Ngcuka, Direttore Esecutivo di UN Women, in vista di CSW60.

In linea con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata lo scorso settembre, e in particolare con l’obiettivo 5 – “Raggiungere la parità di genere e l’empowerment di tutte le donne e ragazze” -, i governi riuniti a New York discuteranno come implementarla, prendendo in considerazione l’apparato normativo, le risorse finanziarie, i meccanismi di partecipazione, gli investimenti in ricerca e monitoraggio.

I risultati dei lavori saranno presentati nel documento “Agreed conclusions”. E’ inoltre prevista l’adozione delle risoluzioni su “Situazione e Assistenza alle Donne Palestinesi (testo dei G77)”; “Rilascio delle Donne e dei Bambini presi in ostaggio, inclusi quelli successivamente imprigionati, nei conflitti armati (Azerbaigian)”; “Donne, ragazze e HIV/AIDS (iniziativa SADC)”.

La Commissione farà il punto dei progressi compiuti nella lotta contro la violenza contro le donne, come da conclusioni concordate al CSW57. Ad oggi, ne è toccata “una donna su tre”, il che rende il fenomeno “uno dei più diffuse violazioni dei diritti umani”, riporta una nota di UN Women.

“La parità di retribuzione per parità di lavoro” sarà oggetto di un dibattito tra la Direttorice Phumzile Mlambo-Ngcuka e i principali stakeholder a 16 marzo presso l’ECOSOC. Pur svolgendo gli stessi compiti dei colleghi, le donne devono lavoro mesi di più per raggiungere lo stesso stipendio percepito dagli uomini nell’anno precedente: questo giorno è “celebrato” dall’Equal Pay day che secondo i calcoli di quest’anno, cadrà il 12 aprile.

L’Italia partecipa ai lavori organizzati dal Bureau CSW, attualmente composto da Brasile, Egitto, Bosnia-Erzegovina, Giappone e Germania. La delegazione italiana sarà guidata dall’inviata speciale per CSW60 Emma Bonino – ex Commissario UE ed ex ministro degli Esteri -, che sarà al quartiere generale dell’Onu dal 14 al 16 marzo, e dal sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova (17-18 marzo).

L’Italia organizza anche nove eventi nel quadro della CSW60. Essi forniranno l’occasione per analizzare e promuovere il ruolo delle donne e ragazze in un ampio spettro di settori, dalla politica all’economia, dall’agricoltura alla sicurezza, dalla salute e all’ambiente. Attenzione sarà data alle azioni per porre fine i matrimoni precoci e le mutilazioni genitali femminili.

Ecco i dettagli dei nove appuntamenti:

  1. Lunedi 14 marzo (ore 11.30 – 13.00, ECOSOC): evento “From Paris to Marrakech: translating political commitments into effective gender-responsive climate solutions” insieme a Francia, Fiji, Marocco, Peru’, Svizzera, OECD-DAC Network on Gender Equality, WEDO.
  2. Martedi 15 marzo (ore 13.30 – 14.45, Sala riunioni Rappresentanza): evento “Equality Means Business – Ensuring Women’s Full Participation in Decision-Making Processes at all Levels” con Belgio, Bulgaria, Giappone
  3. Martedi 15 marzo (ore 16.00 – 18.00, sede UNICEF): evento “Launch of the UNICEF-UNFPA Global Progamme to Accelerate Action to End Child Marriage” con UNICEF-UNFPA
  4. Mercoledi 16 marzo (ore 8.30 – 9.45 ECOSOC): evento “Eliminating FGM: a Key Step in Achieving the Sustainable Development Goals” con UNFPA-UNICEF, Burkina Faso, Tanzania, Iran
  5. Mercoledi 16 marzo (ore 11.00 – 12.45 Ex-Press Bar): evento “Realizing women’s economic empowerment in rural areas through cooperatives and micro-enterprises – Experiences from LDCs, SIDS and middle income Countries”, con Fiji, Botswana, Marocco, Mongolia, Papua Nuova Guinea, Isole Solomon, UNWOMEN
  6. Giovedi 17 marzo (ore 10.00 – 12.00 Sala riunioni Rappresentanza): evento “The Impact of Drug Policies on Women” con Open Society Foundations
  7. Giovedi 17 marzo (ore 13.15 – 14.45, IPI): evento “Complementarities between the Women Peace and Security and the Youth Peace and Security agendas: Strengthening the participation of girls and young women” con Giordania, PBSO, UNWOMEN, UNOY, UNFPA
  8. Venerdi 18 marzo (ore 11.30 – 12.45 CRA): evento “Women’s role and involvement in measuring the progress of SDG6: How to monitor and report on water and gender issues?” con UNESCO, Sud Africa, Australia, Ungheria
  9. Giovedi 24 marzo (ore 13.15 – 14.30, CR7): evento su “Policies Empowering Migrants Women and Girls in the context of the 2030 for sustainable development”, con UNOWEN, Bangladesh (@annaaserafini)
The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts