Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

#CSW60: Della Vedova, “da cultura vittime a empowerment”

NEW YORK, 18 MAGGIO – “Passare da una cultura della vittimizzazione a quella dell’empowerment”, riconoscendo il contributo che le donne possono dare nel superamento dei traumi da post-conflitto, nelle mediazioni e nel peace building: questo l’appello lanciato oggi all’Onu dal sottosegretario agli esteri Benedetto Della Vedova nel suo intervento nel corso del dibattito generale della Conferenza sullo Stato delle Donne.

Della Vedova ha osservato che le donne giocano un ruolo fondamentale nella conservazione e la promozione della pace e la sicurezza. Il sottosegretario ha ricordato che l’Italia sta aggiornando il suo Piano di Azione Nazionale coinvolgendo la societa’ civile e riflettendo il ruolo attivo dell’Italia nel peacekeeping dell’Onu e nel peacebuilding.

“Il punto di partenza e’ quanto scoperto dallo Studio Globale sullo stato di attuazione della Risoluzione del Consiglio di Sicurezza 1325 e sulla risoluzione 2242”, ha detto Della Vedova, osservando che le donne possono essere importanti attori di cambiamento come messo in evidenza nelle iniziative intraprese nei mesi di EXPO Milano 2015 sull’accesso al cibo: “L’Italia – ha detto il rappresentante del governo – e’ determinata a mantenere una forte enfasi sulle donne rurali in tutti i nostri paesi partner, specialmente nell’Africa Subsahariana, dove giocano una parte fondamentale nell’assicurare la sicurezza alimentare e la nutrizione”.

Il tutto con un impegno a raccogliere e elaborare dati statistici sullo stato della parita’ di genere. “Statistiche affidabili sono necessarie per misurare attentamente i progressi che tutti vogliamo vedere sul terreno e sono essenziali per lo sviluppo sostenibile”, ha detto Della Vedova ribadendo che l’Italia si impegna a rafforzare la cooperazione nel rafforzamento delle capacita’ statistiche attraverso metodologie innovative in linea con l’agenda 2030. (@alebal) 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts