Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

World Water Day: Francavilla al Mare chiama il Palazzo di Vetro

World Water Day all'insegna dei posti di lavoro

FRANCAVILLA A MARE, 21 MARZO – Francavilla al Mare chiama il Palazzo di Vetro: il comune della provincia di Chieti ha aderito alla Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all’interno delle direttive dell’Agenda 21 e risultato della conferenza di Rio organizzando una campagna di sensibilizzazione ai cittadini su questa preziosa risorsa. E dunque,  distribuzione di locandine e di un decalogo sul corretto uso dell’acqua nelle scuole. Inoltre, verranno affisse e pubblicizzate apposite etichette certificate dei dati relativi alla qualità delle acque potabili delle principali fontane pubbliche le cui qualità organolettiche sono risultate ottime.

Dal 1992 il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all’interno dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione della corretta gestione delle risorse idriche promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi.

Happy-World-Water-Day-2016L’acqua e’ vita ed e’ anche occupazione: poco più di tre posti di lavoro su quattro al mondo dipendono direttamente dall’acqua, pari a circa il 78%: 1,4 miliardi (42%) in modo consistente e 1,2 miliardi (36%) in modo moderato. La conseguenza è che l’acqua e’ un vero e proprio “volano” per la crescita economica, tanto che una sua carenza così come gli ostacoli all’accesso e ai servizi igienico-sanitari “potrebbero limitare sviluppo e occupazione. Questa l’analisi che emerge dal rapporto mondiale 2016 delle Nazioni Unite sullo sviluppo della risorsa idrica, che quest’anno si concentra su ‘Acqua e lavoro’ e che, come ogni anno, viene pubblicato in occasione della Giornata mondiale dell’acqua, il 22 marzo.

“Acqua e lavoro sono strettamente collegati, dal punto di vista economico, ambientale e sociale”, afferma la Direttrice generale dell’UNESCO dell’Unesco – l’agenzia Onu che ha prodotto il documento – Irina Bokova, osservando che l’acqua svolgerà un “ruolo chiave nella transizione verso un’economia ‘verde'”. Ci sono diverse “correlazioni tra investimenti nel settore idrico e crescita economica”. Per
esempio in Africa investimenti in progetti su piccola scala che garantiscono l’accesso ai servizi igienico-sanitari di base e sulla sicurezza dell’acqua “potrebbero fruttare circa 28,4 miliardi di dollari all’anno, quasi il 5% del Prodotto interno
lordo del continente”.

Nuova occupazione si prevede anche per gli anni a venire soprattutto per ‘recuperare’ l’acqua, attraverso la tecnologia, da fonti alternative non convenzionali (tipo raccolta della pioggia e riciclaggio delle acque reflue). Tra l’altro il ‘prelievo’ di acqua dolce, negli ultimi trent’anni, è aumentato al ritmo dell’1% all’anno. Ma “circa il 30% dei prelievi di acqua a livello globale va sprecato a causa delle perdite”. Ed è per questo che sono necessari “investimenti per le infrastrutture”, oltre che “un maggiore impegno” nel garantire i servizi igienico-sanitari.

Gian Luca Galletti

Gian Luca Galletti

“L’acqua è la risorsa di vita più grande e preziosa per il Pianeta – ha detto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – e la sua assenza esaspera le disuguaglianze. Sprecarla è due volte un delitto, verso l’uomo e verso l’ambiente”. Ci sono dati che fanno impressione. 750 milioni, secondo l’UNICEF, le persone nel mondo che non hanno accesso all’acqua potabile, mentre nel nostro mondo l’abbiamo perfino nel gabinetto. In Italia molti eventi sono stati organizzati per puntare i riflettori sull’importanza dell’acqua. A Milano, promosso dal Politecnico, e’ in programma il workshop “L’acqua e l’ingegneria: oggi e domani”, uno spazio espositivo intitolato “I mille volti dell’acqua”, il concorso fotografico “Acqua: sfide e opportunità” e seminari e conferenze.

Green Cross Italia, Ong ambientalista per lo sviluppo sostenibile, ha lanciato la quarta edizione della campagna Salva la goccia chiedendo a scuole, insegnanti, studenti, famiglie e singoli cittadini di contribuire al risparmio idrico. La partecipazione non richiede atti straordinari ma semplici gesti di razionalizzazione dei consumi dell’acqua, che consentono di sperimentare in prima persona le buone pratiche di riduzione degli sprechi. Basti pensare che da un rubinetto che sgocciola si perdono da 20 a 40 litri di acqua al giorno. (@alebal)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts