Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migranti: in arrivo altri 150 siriani con i “corridoi umanitari”

Impagliazzo: con accordo Turchia Europa ha derogato sua responsabilita'

ROMA, 4 APRILE – Dopo i 97 di fine febbraio, altri 150 siriani arriveranno in Italia con un volo di linea, provenienti da un campo profughi in Libano, grazie ai ‘corridoi umanitari’ nati dalla collaborazione tra Comunità di Sant’Egidio, Federazione della Chiese Evangeliche e Tavola Valdese, che hanno in programma di ospitare nel nostro Paese circa mille persone quest’anno.

Finora si tratta di un 15/20% di religione cristiana, gli altri musulmani. Saranno accolti dalle parrocchie e da famiglie di volontari, per essere poi assistiti in un percorso di integrazione. Ai malati verranno fornite cure
specialistiche, i bambini saranno iscritti nelle scuole italiane. E potranno fare  domanda di asilo con un percorso ‘facilitato’, dal momento che si tratta di persone già beneficiarie di un visto umanitario.

Lo hanno annunciato Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio e Luca Maria Negro, presidente della Federazione della Chiese Evangeliche, che oggi hanno presentato alla stampa estera i corridoi umanitari che Papa Francesco ha definito un’iniziativa ‘ecumenica’. Si tratta di un progetto sperimentale che, come ha spiegato Impagliazzo, “ha usato come grimaldello il regolamento europeo dei visti”, grazie all’assistenza legale della Farnesina e del ministero dell’Interno, e che potrebbe essere replicato facilmente in altri Paesi europei. Le spese sono sostenute dalla Comunità e
dalle Chiese protestanti, che hanno messo a disposizione un budget di 1,2 milioni di euro e cercano di ospitare più persone in condizione di vulnerabilità possibile.

Impagliazzo ha definito l’avvio oggi dei rinvii di migranti nell’ambito dell’accordo tra Ue e Turchia “un fallimento dell’Unione Europea: oggi l’Europa ha derogato alla sua responsabilità”. (ANSA).

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts