Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Unifil, Caschi blu italiani postano su blog foto dei restauri di Tiro

Libano sud

TIRO, 4 APRILE – I caschi blu italiani della missione UNIFIL  hanno postato sul loro blog una serie di foto relative al completamento del progetto destinato al mantenimento delle infrastrutture dei siti archeologici di epoca romana dislocati nella città di Tiro.

Unifil

I caschi blu al lavoro

Tiro

Le rovine di Tiro

Lo sforzo dei Caschi blu italiani a sostegno della conservazione del patrimonio archeologico della Città di Tiro è stato particolarmente apprezzato e riconosciuto dalle autorità libanesi intervenute all’inaugurazione  nei giorni scorsi, tra cui il sindaco della città di Tiro, Hassan Dbouk, e il Presidente delle Municipalità Al Houssayini.

L’apertura delle nuove aree del sito visitabili al pubblico è stata accompagnata dal suono della fanfara della Taurinense e dalla presenza di numerosi studenti delle scuole primarie e delle università della città.

Nei mesi scorsi il contingente italiano, composto quasi totalmente dal personale della Brigata Alpina Taurinense, ha coordinato con le autorità locali e le Forze Armate Libanesi numerose attività volte al recupero e controllo dei siti archeologici di Tiro e di altre aree d’interesse storico del sud del Libano; la sensibilità italiana verso la protezione del patrimonio culturale libanese ha attratto numerosissimi consensi riuscendo a generare forti entusiasmi e  nuovo sviluppo turistico/commerciale.

 

Unifil

Le scolaresche a Tiro

Le aree interessate ai progetti sono il sito di Al-Bass, comprendente un’estesa necropoli con centinaia di sarcofagi e complessi tombali, un arco trionfale, un acquedotto e il secondo ippodromo più grande e meglio conservato al mondo. C’è poi Tiro città, dove si possono ammirare mosaici e strade lastricate di marmo, colonnati, bagni pubblici, un intero quartiere residenziale, un’arena rettangolare unica nel suo genere.

I siti risalgono al periodo romano e bizantino tra il II e il VI secolo d.C., anche se sotto il sito di Tiro Città sono stati ritrovati resti risalenti alla civiltà fenicia.

(@novellatop,  4 aprile 2016)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts