Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Saline di Trapani si candidano a Patrimonio UNESCO

PALERMO, 7 APRILE – Il Libero Consorzio di Trapani ha avviato l’iter per la candidatura delle saline a patrimonio Unesco. È un territorio “dalle straordinarie ricchezze culturali, ambientali, paesaggistiche, naturalistiche e
faunistiche” e “attraverso la candidatura di rilievo internazionale, può essere maggiormente conosciuto al di fuori dei confini regionali e nazionali, con maggiori potenzialità di visibilità turistica”, si legge nelle motivazioni alla base dell’atto di indirizzo per l’inserimento nella World Heritage list dell’Unesco dell’ Area vasta delle Saline di Trapani, Paceco e Marsala, con epicentro l’isola di Mozia.

Le saline di Trapani si candidano a Patrimonio dell'UNESCO

L’iniziativa era stata preannunciata l’anno scorso dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando quando  nove monumenti di epoca arabo normanna del capoluogo siciliano erano entrati nelle liste Unesco: sarà formalizzata attraverso un accordo di collaborazione con Unesco Sicilia, che ha sede proprio a Palermo, e che consentirà di attivare tutte le necessarie procedure, a partire dalla costituzione di un comitato promotore, dopo che su di essa si è acceso il «semaforo verde» in una riunione che ha avuto luogo a Palazzo Riccio di Morana, lo scorso mese di dicembre.

Con ben 51 siti, l’Italia e’ il Paese del mondo più rappresentata nelle liste UNESCO del patrimonio culturale dell’umanità. In Sicilia tuttavia, al momento, le uniche provincie a non vedersi riconosciuto alcun sito patrimonio mondiale sono Trapani e Caltanissetta. La particolarità’ delle saline,  un fazzoletto di terra e di splendido mare che va da Trapani Ronciglio fino a Salinella di Marsala, sta nelle sue caratteristiche uniche legate alla notevole ventosità, alla pochissima umidita dell’aria e alla impermeabilità del suolo  che ha subito nei millenni una antropizzazione positiva che ne ha disegnato il territorio: già agli albori della civiltà mediterranea dai Fenici l’area veniva adibita e modellata per la produzione del sale, utilizzato ed esportato per millenni in tutto il mondo come conservante alimentare.

E’ proprio in questo sito che ci si può fregiare di avere l’unico sale IGP al momento esistente in commercio, un prodotto della natura raccolto tradizionalmente ancora a mano ed in parte meccanicamente, grazie all’eccellente lavoro svolto da migliaia di generazioni di salinai “coltivatori del mare”, che tanto sapientemente si adoperano per produrlo e lavorarlo. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts