Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migrazioni: per Frontex raddoppiate richieste di asilo, rischio infiltrazioni jihadiste

Aumentati anche ''passaggi illegali''

Frontex

ROMA, 8 APRILE – Richieste di asilo più che raddoppiate dal 2014, aumentati ”i passaggi illegali dalle frontiere esterne”, concreti rischi di infiltrazioni da parte di terroristi: è il quadro tracciato dal rapporto Frontex (l’agenzia per il controllo delle frontiere Ue) sull’Analisi dei rischi 2016. In particolare i ”passaggi illegali” sono stati 1,82 milioni e 1,3 milioni le domande di asilo presentate agli stati membri dell’Unione Europea nel 2015, una cifra più che raddoppiata rispetto al 2014.

Frontex

Uno dei tanti salvataggi

Nel rapporto si sottolinea però che la gran parte degli attraversamenti illegali sarebbe stata conteggiata ad ogni passaggio di frontiera, suggerendo così un numero effettivo più basso: dopo l’arrivo sulle isole greche partendo dalla Turchia infatti, può accadere che le stesse persone vengano “riconteggiate” nel momento in cui dalla Grecia hanno successivamente provato ad entrare in Europa dalla cosiddetta rotta balcanica. Verosimilmente, fa sapere Frontex, sarebbero effettivamente circa 1 milione gli attraversamenti illegali da parte di migranti.

La maggior parte delle segnalazioni (885.400) viene dalla rotta del Mediterraneo orientale, specialmente isole greche ed Egeo. Più del 90% di esse (803.000) è stata segnalata nella seconda metà del 2015. I siriani sono la maggior parte, anche se gli afghani sono aumentati “significativamente”. Circa 764.000 segnalazioni vengono dalla rotta balcanica, soprattutto dal confine serbo di Ungheria e Croazia. Nel 2015 è diminuito invece il numero di arrivi dalla rotta del Mediterraneo centrale, scendendo a 154.000. In gran parte, spiega Frontex, è dovuto al fatto che i siriani si sono spostati sulla rotta orientale. E’ aumentato invece il numero dei gommoni usati sulla rotta centrale.

Con l’aumento dei migranti è aumentato anche il numero dei trafficanti: quelli segnalati sono saliti a 12.000 lo scorso anno. La maggior parte sono marocchini, spagnoli, albanesi e siriani. 1,35 milioni di richieste d’asilo Nel 2015, infine, il numero delle domande di asilo nella Ue è salito al livello senza precedenti di 1,35 milioni, secondo i dati dell’ufficio europeo per l’asilo. A marzo già Eurostat aveva pubblicato i dati ‘record’ relativi alle richieste di asilo del 2015, quantificandole in 1,25 milioni, il doppio rispetto al 2014. Frontex

Nella relazione dell’agenzia poi, la conferma del pericolo terrorismo connesso all’epocale fenomeno migratorio di questi mesi. Le indagini sugli attacchi di Parigi “hanno chiaramente dimostrato che i flussi di migranti irregolari possono essere utilizzati dai terroristi per entrare nella Ue”. Così si legge nel documento diffuso oggi da Frontex, che sottolinea come due terroristi coinvolti nelle stragi del 13 novembre “erano in precedenza entrati in Ue attraverso Leros presentando alle autorità greche falsi documenti siriani”.

(@novellatop, 8 aprile 2016)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts