Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Dopo il 16 aprile a Lesbo, Papa in giugno in Armenia, ottobre Georgia e Azerbaigian

A group of Syrian refugees arrive on the island of Lesbos

CITTA’ DEL VATICANO, 9 APRILE –  Prima a Lesbo, il 16 aprile, per affrontare l’emergenza profughi, poi a giugno e a ottobre per due volte nel Caucaso. Il Papa sarà sabato prossimo da mattina a sera nell’isola dell’Egeo diventata la nuova frontiera delle migrazioni  insieme con il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I e all’arcivescovo di Atene e capo della Chiesa ortodossa greca, Hieronimus II. Poi, a giugno, Francesco andra’ in Armenia mentre in ottobre sara’ in Georgia e Azerbaigian. Lo ha annunciato ai giornalisti il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi.

Il Papa e il capo della Chiesa Ortodossa Armena Karekin II

Il Papa e il capo della Chiesa Ortodossa Armena Karekin II

Il Papa aveva espresso a novembre, sull’aereo di ritorno dall’Africa, il suo desiderio di recarsi a Yerevan, un viaggio che potrebbe riaccendere le tensioni diplomatiche con la Turchia dopo che un anno fa, celebrando messa a San Pietro per segnare il centesimo anniversario delle stragi considerate dagli armeni un genocidio, aveva parlato del “primo genocidio del ventesimo secolo” provocando il ritiro per protesta dell’ambasciatore di Ankara in Vaticano. Solo all’inizio del 2016 la Turchia ha rimandato il suo inviato a Roma.

Bergoglio va a Lesbo perché, ha osservato padre Federico Lombardi, “vede lì una emergenza importante, come era andato a Lampedusa, va adesso che c’è questa situazione difficile e di intensa sofferenza sul fronte dell’Egeo”, una situazione che chiama alla “solidarietà e alla responsabilità tutte le comunità
dei credenti”.  Circa ventimila profughi, in maggioranza da Siria, Iraq e
Afghanistan, sono bloccati, in condizioni anche difficili, nell’isola greca. Non mancano le tensioni con i circa centomila abitanti di Lesbo, e la convivenza si è fatta complicata anche nella capitale Mitilene. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts