Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libia: Gen. Serra al Senato; Italia relatrice dossier libico a G7

Il ministro Gentiloni con il Gen. Serra

ROMA, 9 APRILE – Libia all’ordine del giorno del Senato la prossima settimana. Mercoledi’ 13 aprile la Commissione Esteri ascolterà informalmente in seduta congiunta con la Camera il generale di divisione Paolo Serra, Senior Advisor del Rappresentante Speciale del Segretario Generale dell’ONU e Capo della missione ONU di supporto in Libia (UNSMIL) per le questioni di sicurezza connesse al dialogo politico libico.

Ex comandante della misione UNIFIL nel Libano meridionale e poi consigliere militare della Rappresentanza Permanente all’Onu, il generale Serra e’ stato investito dal Segretario Generale Ban Ki moon a meta’ novembre del difficilissimo compito di assicurare la sicurezza della transizione libica.

L’Italia e’ pronta a fare la sua parte sulla stabilizzazione della Libia, ha detto il ministro degli esteri Paolo Gentiloni a Tokyo per il G7. “Come abbiamo sempre detto, si tratta di avviare un percorso di stabilizzazione” in Libia, “insediare un governo, consolidarlo, avere una risoluzione delle Nazioni
Unite e poi valutare le domande che il governo rivolgerà alla comunità internazionale su tanti piani, inclusa la sicurezza”, ha detto Gentiloni sulla
ipotesi di inviare soldati nel Paese nordafricano.

“L’Italia è pronta di fronte a queste domande a fare la sua parte, ma siamo
ancora in fase di avvicinamento a un’effettiva stabilizzazione. A noi – ha detto il ministro, in Giappone per il G7 Esteri di Hiroshima – non interessa fare operazioni militari in Libia, a noi interessa, se il governo libico lo richiederà, di dare un contributo a un percorso di stabilizzazione”.

Bisogna, in altri termini, “che venga avviata una ancora maggiore stabilità. Tuttavia, se avessimo fatto questa discussione due mesi fa saremmo stati molto più indietro. C’è qualche passo avanti incoraggiante: il governo è a Tripoli, sta cercando di consolidare le sue posizioni e noi cercheremo di
dare una mano”. Il G7 “sarà un’occasione per vedere anche come
utta la comunità internazionale può dare una mano”.

Al G7 l’Italia sara’ relatrice sulla Libia e sulla questione dei migranti. Nel corposo dossier della riunione figurano, inoltre, “la crisi siriana, il contrasto al terrorismo, la questione del nucleare che interessa molto gli organizzatori giapponesi e le questioni più regionali dell’area del Pacifico”. (@alebal)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts