Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Afghanistan: militari italiani e governo discutono del futuro dell’aeroporto di Herat

Herat

HERAT, 12 APRILE  -Il futuro sviluppo dell’aeroporto di Herat è stato al centro dei colloqui che si sono svolti  a Camp Arena, sede del contingente militare italiano in Afghanistan, alla presenza di autorità governative afgane e dei vertici  dei settori commerciali, industriali  ed economici della Regione ovest. L’attività organizzata dagli italiani  guidati del generale D’Ubaldi, su richiesta delle autorità politiche nazionali e del Comando Resolute Support  di Kabul,  ha portato allo stesso tavolo Daud Sultanzoy, consigliere del Presidente Ghani per lo sviluppo delle aree aeroportuali e seretario della Afghan Economic Development Commission, Asif Rahimi, governatore della provincia di Herat e Azam Azimi direttore dell’aeroporto civile di Herat.

Afghanistan

La riunione ad Herat

L’aeroporto di Herat, uno degli otto più grandi dell’Afghanistan, ha una posizione strategica  per l’accesso ad Iran e Turkmenistan oltre ad una posizione privilegiata per gli scambi commerciali sia interni che con l’estero. Il contingente militare italiano, che tra i vari compiti è tuttora responsabile anche per il funzionamento dello scalo, sostiene attivamente i progetti per lo sviluppo economico dell’area, fornendo con continuità il proprio sostegno e consiglio anche in merito al controllo ed alla prevedibile evoluzione dei flussi passeggeri e merci, di pari passo con il miglioramento delle strutture logistiche nell’area.

Lo sviluppo economico – un processo che in poche altre zone come quella occidentale dell’Afghanistan – appare oggi una evoluzione plausibile, nel medio termine, è visto come sinergico al miglioramento delle condizioni di sicurezza del Paese. Anche in tale visione, attraverso un intensivo processo di familiarizzazione e addestramento, gli italiani stanno provvedendo a formare i professionisti locali che avranno, in futuro, la responsabilità della gestione autonoma di questa strategica struttura aeroportuale.

(@novellatop  , 12 aprile  2016)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts