Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Eliasson (Onu) loda Marina Italiana, giudizio positivo “migrant compact”

intervista numero due Ban Ki moon a Rai

BRUXELLES, 26 APRILE – “Prima di essere stato ministro degli esteri sono stato ufficiale di Marina. E sono un grande ammiratore della Marina e della Guardia Costiera italiane che hanno fatto un lavoro davvero fantastico. Sono stato davvero impressionato da quante vite sono state salvate dalla Marina e dalla Guardia Costiera italiane”. Lo ha detto il vicesegretario generale dell’Onu, lo svedese Jan Eliasson, in una intervista alla Rai a Bruxelles dopo l’incontro con l’Alto rappresentante, Federica Mogherini.

“Sappiamo – ha aggiunto Eliasson – che voi avete una funzione importantissima, dal momento che l’Unione europea non ha un sistema di controllo delle frontiere sufficientemente forte. E questo è uno dei problemi che avete nella situazione generale dell’immigrazione. Non voglio interferire negli affari interni della Ue, ma spererei che aveste una combinazione di un traffico piú ordinato dai paesi di origine, con la possibilitá di usare canali legali, con un controllo sufficientemente efficace della frontiera esterna, in modo che si possa conservare l’accordo di Schengen”.

Secondo Eliasson l’Italia vede le cose nel modo giusto rispetto alla crisi dell’immigrazione. Il numero due di Ban Ki moon ha espresso un giudizio positivo sul ‘migration compact’ presentato da Palazzo Chigi a Bruxelles. “Ne ho sentito parlare in termini positivi, nelle mie conversazioni” ha detto Eliasson: “Non conosco i dettagli ma certamente appare che abbia il valore per essere valutata.  Il premier Renzi e’ stato un amico, noi abbiamo parlato con lui, il segretario generale è stato su una nave in Italia insieme, lui è stato recentemente negli Stati Uniti e alle Nazioni Unite a New York. Penso che le sue idee siano molto valide e devono essere seriamente prese in considerazione”.

Oggi intanto le attività della Marina e della Guardia Costiera continuano. E’ arrivata nel porto di Reggio Calabria la nave Spica della Marina Militare con a bordo 243 migranti soccorsi nelle scorse ore nel Canale di Sicilia, tutti provenienti dall’Africa, tra cui  59 donne e 46 minori non accompagnati. Solo 44 di loro rimarranno in Calabria, gli altri verranno distribuiti in Veneto (50), Piemonte (50), Emilia Romagna (50), Abruzzo (25) e Basilicata (25). I migranti provengono da Burkina Faso, Gambia, Ghana, Nuova Guinea, Libia,
Mali, Nigeria, Senegal e Sudan. (fonte @ANSA).

 

 

The following two tabs change content below.

Da oltre 60 anni ANSA fornisce una copertura completa degli avvenimenti italiani ed esteri, grazie a 22 sedi sul territorio nazionale e alla presenza in oltre 79 località di 74 Paesi nel mondo.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Agenzia Ansa

Da oltre 60 anni ANSA fornisce una copertura completa degli avvenimenti italiani ed esteri, grazie a 22 sedi sul territorio nazionale e alla presenza in oltre 79 località di 74 Paesi nel mondo. Contact: Website | More Posts