Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Bianca Balti vende guardaroba: per UNHCR “un pezzo di me”

MILANO, 27 APRILE – Quasi 30 mila euro raccolti per UNHCR‬ e la causa dei profughi. Bianca Balti ha venduto (e qualcuno dice svenduto) Loboutin e abiti di alta moda per la causa dei rifugiati. “Grazie davvero a tutti i donatori ed a tutti gli amici volontari che mi hanno aiutata a realizzare un sogno! Grazie a Danilo e tutti i ragazzi di Superstudio 13 !! Grazie alla mia famiglia perche’ vi amo. E grazie ad UNHCR perche’ grazie a voi potremo aiutare tante persone”, ha commentato su Facebook l’attrice e modella italiana al termine della serata che ha consentito un incasso di 28.460 Euro.

Bianca Balti

Bianca Balti

Era stata la stessa Bianca a dare appuntamento a fan e fashion victims: “Un modo per donare ai rifugiati portandosi a casa qualcosa di figo!!! “, aveva detto presentando l’iniziativa “A piece of me for the refugees”. Causa che alla supermodella lodigiana sta a cuore da tempo. Il ricavato finanzierà Lifeline Jordan, programma di assistenza economica alle famiglie di rifugiati siriani che hanno trovato asilo in Giordania. “Avevo tantissime cose sparpagliate tra casa mia, casa di mia mamma, in giro. Quando mi sono trasferita in Spagna, dove vivo, ho capito che non potevo portare tutto, dovevo fare una selezione”, ha detto Bianca alla rivista “Oggi”.

E sempre a “Oggi” la top ha spiegato che la scelta di liberarsi dei capi griffati “fa parte di un nuovo inizio, è un liberarsi del passato, di quello che è stato. Nessuna di quelle cose le avrei volute portare nel mio futuro e nella mia vita bellissima di oggi. È un cambiamento”. Quanto alla decisione di mettere un tetto a ogni abito o paio di scarpe in vendita, Bianca ha spiegato che non voleva fare una cosa d’elite o pensando a chi quei vestiti se li può permettere a prezzo pieno: “Per quello abbiamo fissato il costo massimo a 500 euro (anche se in vendita ci saranno abiti pezzi unici di famosi designer) e, a un certo punto della giornata, i prezzi scenderanno ancora per essere certi che vada via tutto e che all’Unhcr arrivino più soldi possibile. Anche perché se avanzano delle cose mica possiamo mandarle in un campo profughi…”. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts